Pubblicato il 24 Giugno 2020
Il noto sopranista ha ricevuto un omaggio alla carriera a Gazoldo degli Ippoliti
Premio Storchio a Angelo Manzotti

200624_Mn_00_PremioStorchioAManzottiMANTOVA - Vivissimo successo domenica 21 giugno 2020 alla Rocca Palatina di Gazoldo degli Ippoliti del concerto "Omaggio alla carriera del sopranista Angelo Manzotti", nel quadro delle attività culturali della Associazione Postumia. Elegantemente accompagnato al pianoforte da Laura Gatti, il cantante mantovano ha interpretato magistralmente musiche di Haendel, Vivaldi e Rossini, suscitando viva ammirazione per l'alto grado artistico dell'esecuzione.
Come è noto, Manzotti si dedica da alcuni anni alla riproposta del repertorio storico dei cantanti del Sei-Settecento, i mitici "evirati cantori". Vincitore, nel 1992, del Concorso Internazionale "Pavarotti" di Filadelfia, ha iniziato subito una invidiabile carriera che lo ha portato ad esibirsi nelle più importanti istituzioni musicali italiane ed estere. Ricca la sua discografia, con un importante "Timbre de Platine" assegnato nel 1995 da Opera International di Francia per la prima incisione in CD di Arie di Farinelli. 
A Gazoldo degli Ippoliti ha dato ulteriore conferma dei suoi mezzi vocali e delle notevoli capacità interpretative, il tutto unito ad una notevole intelligenza musicale, ricevendo entusiastici applausi assieme all'ottima collaboratrice. Al termine del concerto gli è stato assegnato il "Premio Postumia/ Rosina Storchio 2020" per eminenti meriti artistici. (D.G.)

Crediti fotografici: Fototeca gli Amici della Musica.Net
Nella miniatura in alto: il sopranista Angelo Manzotti





Pubblicato il 15 Febbraio 2020
Suggestiva cerimonia di premiazione per il celebre soprano a Bagnara di Romagna
Farnocchia insignita del Mascagni d'Oro servizio di Attilia Tartagni

200215_00_BagnaraDiRomagna_PremioMascagniDOro_SerenaFarnocchiaBAGNARA DI ROMAGNA (RA) - La lirica non è l’unica attrattiva di Bagnara di Romagna ma è fra le più importanti vantando una tradizione pluridecennale che la colloca  fra i suoi luoghi-culto. Domenica 9 febbraio 2020 essa è tornata prepotentemente all’Auditorium di Bagnara in uno degli appuntamenti più prestigiosi e attesi organizzati dal Comitato Pietro Mascagni con il patrocinio del Comune: l’assegnazione del Premio Mascagni d’oro ideato per rendere omaggio a cantanti lirici esordienti dal sorprendente talento e cantanti al culmine della carriera.
Il 38° Premio Mascagni è stato attribuito al soprano lucchese Serena Farnocchia, che lo ha ricevuto dalle mani del sindaco Riccardo Francone con grande piacere, ricordando di avere debuttato proprio a Livorno, città natale di Mascagni. La cerimonia di premiazione è avvenuta nell’ambito di un concerto dove si sono alternati nelle arie liriche più famose la stessa Serena Farnocchia, il tenore Dave Monaco strappato alla musica pop (l’anno scorso era a Sanremo fra le giovani proposte) e Maurizio Leoni,  baritono bolognese d’esperienza che unisce all’innata teatralità una buona tecnica, accompagnati al pianoforte dal M° Paolo Raffo.
Quando il sole ci sorride come in questo incredibile inverno che somiglia a una primavera inoltrata,  è bello raggiungere Bagnara di Romagna fra i colori della campagna romagnola ed essere accolti dalla Rocca Sforzesca con giardino attrezzato a gioco-bimbi, dalla imponente Chiesa accanto alla quale insistono il Museo Mascagni con reperti e migliaia di lettere autografe del carteggio compositore-Lolli e il Museo Storico Parrocchiale (sono aperti dalle ore 15 alle ore 17 in ogni prima domenica del mese), l’Auditorium e il borgo medioevale racchiuso dentro alle mura sforzesche.  Dunque domenica 9 febbraio, giungendo con un po’ di anticipo, sarebbe stato possibile sia visitare i musei che assistere al concerto.
Ma veniamo alla vocalità degli interpreti, che è quanto più ci interessa in questa sede.
Serena Farnocchia ha aperto il concerto con Serenata, una “canzone d’autore” composta da Pietro Mascagni sui versi del santalbertese Olindo Guerrini alias Lorenzo Stecchetti. Ha poi proposto alcune delle arie più amate e difficili del repertorio, quali Vissi d’arte dalla Tosca di Puccini e La mamma morta dall' Andrea Chénier di Giordano, capolavoro ingiustamente poco ascoltato. Lo ha fatto con il talento che le riconobbe il M° Riccardo Muti quando la selezionò per l’Accademia del Teatro alla Scala di Milano dove debuttò come Donna Anna in Don Giovanni riscuotendo un grande successo, cantando poi nei più prestigiosi teatri internazionali, diretta da maestri come Roberto Abbado.
Non solo talento, ma tecnica consolidata ha esibito la Farnocchia affrontando con il baritono Leoni Udiste ovvero l’estremo tentativo di Leonora di salvare il Trovatore dandosi al Conte di Luna che l’ama non ricambiato. C’è tutto il senso musicale e teatrale di Verdi in questo duetto, c’è quella tinta arcana che seduce e fa venire una voglia matta di vedere un Trovatore fatto come si deve dalla A alla Zeta.

200215_04_BagnaraDiRomagna_PremioMascagniDOro_facebook

Infatti un concerto può dirsi riuscito quanto ti spinge a conoscere l’opera da cui provengono le arie. Ne era ben consapevole Verdi quando forgiava una romanza sapendo che avrebbe funzionato al semplice ascolto come il trailer di un film di oggi. Brava la premiata Farnocchia e bravo Leoni che affronta con la stessa convinzione brani tragici come Pietà, rispetto, amore, il lamento del Macbeth verdiano che prelude alla fine,  e Udite, udite rustici  trasformandosi simultaneamente nel loquace e pittoresco Dulcamara, mercante di un improbabile Elisir d'amore dal Donizetti comico che risolve qualsiasi malanno umano, dimostrando di avere nel suo arco tutte le frecce del “sentir cantando”.
Quanto a Dave Monaco, è un giovane che può e deve crescere. Ha presentato con successo brani dall’Elisir d’amore, dimostrando di possedere un bel timbro e un bell’approccio alla parte di Nemorino che sta portando anche a teatro.  
Le esibizioni sono state  introdotte con sapienza e garbo dalla deliziosa Daniela Pini, nativa di Bagnara, nelle inconsuete vesti di presentatrice, occasionalmente libera dai suoi impegni di mezzosoprano di fama internazionale; e sono state accompagnate dal M° Paolo Raffo che al pianoforte solo ha fatto anche ascoltare splendidi brani di Puccini e Mascagni. 
Per chi fosse interessato ai prossimi concerti, info e prenotazioni ai numeri 347 2509841 e 334 2082382 e sul sito Facebook dedicato.

Crediti fotografici: Ufficio stampa del Premio Mascagni d'Oro di Bagnara di Romagna
Nella miniatura in alto: la premiata, soprano Serena Farnocchia
Sotto: un momento d'assieme del concerto





Pubblicato il 10 Settembre 2019
Nella suggestiva cornice della villa del grande tenore la cerimonia di premiazione con concerto
Il Premio Caruso 2019 alla Devia

190910_Lastra_00_PremioCaruso2019_MariellaDevia.JPGLASTRA A SIGNA (FI) - Sabato 7 settembre 2019, nello scenario  di Villa Bellosguardo sede del Museo Enrico Caruso, sulle magnifiche colline di Lastra a Signa, si è svolta la cerimonia di consegna del prestigioso premio che fin dal 1979 viene assegnato ai grandi interpreti del teatro d’opera. Il primo insignito fu il grande tenore Galliano Masini e poi ogni anno si sono succeduti ben quarantadue artisti, fra i più famosi  che verranno ricordati in una Galleria di ritratti fotografici al piano terreno del Museo.
Il Premio Caruso 2019 è stato consegnato al soprano Mariella Devia famosa in tutto il mondo e protagonista in tutti i più importanti teatri della lirica. La Devia ha debuttato nel 1973 in Lucia di Lammermoor al Teatro Comunale di Treviso dopo aver vinto il Concorso Toti Dal Monte, e fino ad oggi ha interpretato più di 70 ruoli , che hanno messo in luce una bellissima voce di soprano lirico leggero fra le più complete: proverbiali e di riferimento le sue interpretazioni di figure tragiche e drammatiche quali Lucia, Violetta, Gilda, Nannetta, Rosina e tante altre, personaggi poi evoluti in figure di maggiore spessore drammatico come Anna Bolena, la Sara del "Roberto Devereux" e Norma, ed è tuttora presente in teatro in tanti concerti.
Mario Del Fante, presidente del premio, insieme a Luciano Pituello e al sindaco di Lastra a Signa, Angela Bagni, hanno parlato di lei; e Rolando Panerai assente per indisposizione ha scritto sul programma di sala, dove vengono riaffermate le qualità vocali del grande soprano, che la Devia è vera “Ambasciatrice del belcanto italiano nel mondo”.

190910_Lastra_01_PremioCaruso2019_MariellaDevia_premiazione.JPG
190910_Lastra_02_PremioCaruso2019_MariellaDevia_facebook.JPG

La prestigiosa cantante ha ringraziato, dicendosi compiaciuta di ricevere un premio così importante nella splendida cornice carusiana.
Ha fatto seguito alla premiazione, un concerto tenuto dai giovani cantanti Ilaria Casai e Chiara Nesti (soprani), Francesco Lucii e Dalai Chen (tenori), accompagnati dal M° Eugenio Milazzo – voci interessanti , caldamente applaudite  del folto pubblico presente. Durante la serata si è ascoltata anche la voce – registrata – della premiata in brani d'opera di riferimento, ascolto sottolineato da ripetute ovazioni. La serata si è conclusa con la cena di gala in un salone della Villa, in onore di Mariella Devia(a.t.)

Crediti fotografici: Ufficio stampa Pro Lastra Caruso
Nella miniatura in alto: il soprano Mariella Devia
Al centro e sotto: due momenti della premiazione






< Torna indietro

Concorsi e Premi Soci Uncalm


Parliamone
Ecco la Carmen venuta da Ravenna
intervento di Athos Tromboni FREE

200208_Fe_00_Carmen_MartinaBelli_phZaniCasadioFERRARA - Un successo annunciato, quello della Carmen di Georges Bizet proveniente dal Teatro Alighieri di Ravenna dove era andata in scena quale ultimo spettacolo della “Trilogia d’Autunno” nel novembre scorso. Si sapeva che il regista Luca Micheletti era un giovane baritono interprete anche del ruolo di Escamillo (peraltro non in scena a Ferrara nel Teatro Abbado dove ha lasciato il posto al collega Andrea Zaupa, limitandosi a fare la regia già proposta a Ravenna); si sapeva che il pubblico romagnolo aveva accolto quella regia con lunghi applausi e ovazioni, replicate qui dal pubblico ferrarese; si sapeva che nel ruolo eponimo aveva brillato una giovane promessa (promessa già mantenuta, diciamo oggi) che risponde al nome di Martina Belli.
Tutto questo si sapeva. E concordiamo con quanto scrisse
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Jazz Pop Rock Etno
Jekill & Hyde miti contemporanei
servizio di Athos Tromboni FREE

200711_Fe_00_Jekill&Hyde_AndreaMeli_phGiuliaMarangoniFERRARA – Quando Robert Luis Stevenson pubblicava, nel 1886, il suo romanzo Lo strano caso del dottor Jekill e Mr. Hyde non poteva certo immaginare che la trama e soprattutto la “morale” del suo racconto potesse annunciare e precorrere quelle cosiddette questioni etiche che sono più che mai attuali nel terzo millennio, con la permanente dicotomia fra
...prosegui la lettura

Eventi
Livorno lancia il Festival Mascagni
redatto da Athos Tromboni FREE

200710_Li_00_FestivalMascagni_LucaSalvettiLIVORNO - È stato presentato giovedì 9 luglio 2020, in diretta streaming dal Teatro Goldoni di Livorno, il Festival Internazionale Pietro Mascagni che si terrà dal 9 al 19 settembre alla Terrazza Mascagni sul lungomare della città, luogo suggestivo dedicato proprio al compositore labronico. Ma l'anteprima è prevista per domenica 2 agosto 2020,
...prosegui la lettura

Soci Uncalm
Mirael fa Sentire l'Amore
FREE

200709_Fe_00_SentireLAmore_Mirael(MariaPiaPisciotta)FERRARA - Pieno il successo di pubblico per il concerto della cantautrice Mirael, mercoledì 8 luglio 2020, alla Palazzina di Marfisa d'Este, nell'ambito della rassegna "Tempo d'Estate" promossa e patrocinata dal Teatro Comunale "Claudio Abbado" e dall'Amministrazione comunale di Ferrara (Assessorato alla cultura).
I posti a
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Si va in Tutte le direzioni d'estate
redatto da Athos Tromboni FREE

200707_Fe_00_TutteLeDirezioniInSummertime2020_ToninoGuerraVIGARANO MAINARDA (FE) - Tutte le direzioni in Summertime 2020, la rassegna jazz e non solo organizzata dal Gruppo dei 10 di Ferrara, prenderà il via venerdì 10 luglio, proseguendo per tutta l’estate fino all’11 settembre. Apertura ore 20 con aperitivo e a seguire cena (massimo 70 posti, prenotazione consigliata). La location scelta è ancora una
...prosegui la lettura

Classica
Muti e le Dogan che messaggio!
servizio di Attilia Tartagni FREE

200705_Ra_00_LeVieDellAmicizia_RiccardoMuti_phSilviaLelliRAVENNA - Minacciato da una pioggia leggera fattasi rapidamente più insistente, il 3 luglio 2020 si è consumato alla Rocca Brancaleone l’evento cardine del Ravenna Festival, dopo una sosta proclamata dal  M° Riccardo Muti. Il concerto  “sulle vie dell’Amicizia”, l’appuntamento più atteso,  è stato dedicato quest’anno alla Siria, paese in sofferenza
...prosegui la lettura

Personaggi
La Ribezzi senza segreti
intervista a cura di Ramón Jacques / Jordi Pujal FREE

200704_Personaggi_00_IlariaRibezziBRINDISI - Con una carriera in pieno sviluppo il talentuoso mezzosoprano pugliese, nativa di Mesagne, Ilaria Ribezzi ci racconta i suoi inizi nel canto, i pilastri del suo repertorio, la sua personale passione che la lega alla musica e le prospettive future. In questo contesto abbiamo avuto il piacere di intervistarla.
...prosegui la lettura

Classica
Fischer e la Prohaska che meraviglia
servizio di Attilia Tratagni FREE

200704_Ra_00_BudapestFestivalOrchestra_IvanFischer_phMarcoBorggreveRAVENNA - Quanto è bello assistere di nuovo a un concerto live, con i musicisti della Budapest Festival Orchestra schierati sul palco e il loro direttore d’orchestra Ivàn Fischer di cui si può seguire ogni gesto, e ciò anche se la Rocca Brancaleone è un’arena limitata rimpicciolita ulteriormente dai distanziamenti previsti dalle norme anticovid!
...prosegui la lettura

Vocale
La Resurrezione come spettacolo e simbolo
servizio di Athos Tromboni FREE

200702_Fe_00_LaResurrezione_AlessandroQuarta_phMarcoCaselliNirmalFERRARA - Dopo Leonardo da Vinci, ecco Händel. Ci riferiamo al Teatro Comunale "Claudio Abbado" che aveva inaugurato la fase post-confinamento con una serata dedicata al genio toscano, il 15 giugno scorso, animata da Vittorio Sgarbi, con musiche dal vivo di e con Valentino Corvino. E poi il 1° luglio sulle tavole del massimo teatro
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Schicchi č morto di Covid-19
servizio di Nicola Barsanti FREE

200701_TorreDelLago_00_GianniSchicchi_JhonAxelrod _phLorenzoMontanelliVIAREGGIO – Nella cornice della Cittadella del carnevale di Viareggio, il 66° Festival Puccini di Torre Del Lago è iniziato ufficialmente con Gianni Schicchi, l’ultima parte del Trittico pucciniano.  Significativo il fatto che l’opera in questione sia stata composta durante la terribile influenza spagnola che fece milioni di vittime (fra cui la sorella del
...prosegui la lettura

Classica
Musica antica con Dantone e Rossi Lürig
servizio di Attilia Tartagni FREE

200701_Ra_00_MusicaAntica_OttavioDantone_phGiuliaPapettiRAVENNA - Difficile ipotizzare un’interpretazione migliore di quella dell’Accademia Bizantina il 24 giugno 2020 alla Rocca Brancaleone dI Il trionfo del tempo e del disinganno, l’oratorio che Georg Friedrich Händel  compose nel 1707 a ventidue anni e sul quale lavorò mezzo secolo approntandone diverse versioni tra il 1737 e il 1757; nel
...prosegui la lettura

Eventi
Tempo d'Estate a Ferrara
servizio di Athos Tromboni FREE

200629_Fe_00_TempoDEstate2020_MarcoGulinelliFERRARA - È stato presentata oggi alla stampa la rassega «Tempo d'estate a Ferrara», ricchissimo cartellone di iniziative predisposto tra giugno e settembre dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Ferrara e dalla Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, una manifestazione polivalente (nel senso che propone tutti i generi di spettacoli musicali,
...prosegui la lettura

Concorsi e Premi
Premio Storchio a Angelo Manzotti
FREE

200624_Mn_00_PremioStorchioAManzottiMANTOVA - Vivissimo successo domenica 21 giugno 2020 alla Rocca Palatina di Gazoldo degli Ippoliti del concerto "Omaggio alla carriera del sopranista Angelo Manzotti", nel quadro delle attività culturali della Associazione Postumia. Elegantemente accompagnato al pianoforte da Laura Gatti, il cantante mantovano ha interpretato magistralmente
...prosegui la lettura

Libri in Redazione
Giulio Neri il dimenticato indimenticabile
recensione di Paolo Padoan FREE

200618_Libri_00_GiulioNeriIlBassoDellOperaGiovanni Marchisio
GIULIO NERI il Basso dell'Opera
Editrice Rugginenti Milano 2020, pp. 300 Euro 21,90
Gli amanti del melodramma, ma ancor più i critici, gli storici, i cultori dovrebbero sentire il dovere morale di ricordare coloro, fra cantanti o direttori d’orchestra,
...prosegui la lettura

Eventi
Ravenna Festival alla Rocca Brancaleone
redatto da Attilia Tartagni FREE

200618_Ra_00_RavennaFestival_RiccardoMutiRAVENNA - Dopo lo stop impresso dal COVID-19 all’economia e alla vita sociale, spettacoli compresi, il Ravenna Festival è fra i primi a ripartire con un viaggio interdisciplinare di oltre 40 eventi dal 21 giugno al 30 luglio 2020. Certamente i protocolli di sicurezza hanno inciso sulla programmazione, riducendo il programma originale ma
...prosegui la lettura

Eventi
Ferrara riparte dal Rinascimento
servizio di Athos Tromboni FREE

200615_Fe_00_TeatroComunaleFerrara_RescaMarioFERRARA - Il Teatro Comunale "Claudio Abbado" è fra i primi (se non il primo in assoluto) a riaprire al pubblico con uno spettacolo dal vivo, proprio il primo giorno utile della fase 2 post-Coronavirus: il tardo pomeriggio di oggi 15 giugno 2020, infatti, vede alle ore 18 l'inaugurazione della mostra di locandine e manifesti storici «La pelle del teatro
...prosegui la lettura

Dischi in Redazione
In chordis et plectro
recensione di Edoardo Farina FREE

200601_Dischi_00_GiulioTampalini_CopertinaCDL’ultimo lavoro discografico dell’Orchestra a plettro “Gino Neri” di Ferrara, In chordis et plectro - Viaggio nella musica per chitarra e orchestra a plettro - distribuito dall’etichetta “Movimento Classical”, intende offrire un’esperienza di ascolto originale relativa a un ampio ventaglio di composizioni appartenenti a stili e periodi diversi, accomunati dal fatto di
...prosegui la lettura

Dischi in Redazione
Il doublebass di Valentina
recensione di Simone Tomei FREE

200607_00_Dischi_ValentinaCiardelliCopertina1CD audio “Music from the Sphinx”
Valentina Ciardelli contrabbasso, Alessandro Viale pianoforte
musiche di Ciardelli, Granados, Puccini, Schubert, Serra, R.Strauss, Tabakov, Viale, Zappa
Da Vinci Classics

Concettualmente la Sfinge
...prosegui la lettura

Eventi
Anna Maria Chiuri canta per Piacenza
intervista di Simone Tomei FREE

200423_Pc_00_Pc_AnnaMariaChiuri_ritrattoPIACENZA - Aprile 2020. Nel corso di un pomeriggio domenicale, mentre cerco di godere di qualche timido raggio di sole in questi giorni di “quarantena”, scambio alcuni messaggi con il mezzosoprano Anna Maria Chiuri. Visto che la conversazione si protrae e diventa ben più corposa di un semplice scambio di saluti e amenità,
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
La Benedizione di San Francesco
servizio di Athos Tromboni FREE

200411_00_PreghieraASanFrancesco_FeliciaBongiovanniBOLOGNA - In tempo di Covid-19 gli artisti sono fermi a casa. Come tanti di noi. Questo limita ma non impedisce la loro creatività, né il loro contributo, con i mezzi possibili, alla socializzazione della loro arte. È il caso del soprano Felicia Bongiovanni; durante una conversazione telefonica la Bongiovanni ci ha spiegato quello che ha fatto nel periodo pasquale di
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310