Archivio giornale www.gliamicidellamusica.net

Il gobbo in scena di Giuseppe Verdi torna a riempire il massimo teatro lirico di Trieste

Rigoletto ottimo il cast, ma...

servizio di Rossana Poletti

Pubblicato il 09 Maggio 2022

20220508_Ts_00_Rigoletto_DevidCecconi_phFabioParenzanTRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”. Rigoletto è un uomo buono e cattivo allo stesso tempo. Un profondo cambiamento da quel cliché, che vuole che bene e male siano ben distinti, avviene per mano delle scelte musicali e di libretto da parte di Verdi con quest’opera. Il melodramma vive una svolta grazie al compositore di Busseto che osa, che si azzarda a mostrare al suo pubblico come niente sia solo bianco o solo nero.
Rigoletto sfida sbeffeggiando il conte Monterone, che ha subito l’onta della figlia stuprata dal Duca di Mantova e che per la sua protesta viene incarcerato. Il conte Monterone maledice tutti, ma al buffone di corte riserva un trattamento più duro, contro di lui si scaglia con forza. L’augurio di sventura suona pericoloso nelle orecchie di Rigoletto, che si tormenterà a lungo per la maledizione ricevuta e quando, a sua volta vivrà con sua figlia la stessa esperienza, ricorderà quel terribile malaugurio e capirà il male fatto.
Verdi scommette pertanto che lo spettatore comprenderà e apprezzerà. Oggi i contenuti del Rigoletto non creano scalpore, ma a quel tempo la critica accolse il lavoro con queste parole: «... un’opera come questa non si giudica in una sera. Ieri fummo come sopraffatti dalla novità: novità o piuttosto stranezza nel soggetto; novità nella musica, nello stile, nella stessa forma de’ pezzi;… comincia con una canzone a ballo; ha per protagonista un gobbo; muove da un festino e si termina, non con troppa edificazione, in una casa senza nome dove si vende l’amore e si contratta sulla vita degli uomini.»
L’articolo della Gazzetta Ufficiale di Venezia del 12 marzo 1851 conclude con un’esaltazione della figura di Verdi, per la strumentazione dell’opera, per la passione che trasmette, per il canto che si discosta dallo stile usato fino allora. Rigoletto parla agli uomini, svela le nostre inquietudini interiori, oggi come allora ci richiama alle manchevolezze più profonde che spesso nascondiamo a noi stessi. Lo spettatore ieri come ora comprende ed apprezza. Ecco perché il Rigoletto piace tanto, è una delle opere verdiane più apprezzate e infatti il pubblico del lirico triestino è stato in questo debutto quello delle grandi occasioni, il teatro è apparso pieno fino agli ultimi posti del loggione, come non si vedeva da tanto tempo,per le note restrizioni dovute alla pandemia.

20220508_Ts_01_Rigoletto_AntonioPoli_phFabioParenzan 20220508_Ts_02_Rigoletto_DevidCecconiRuthIniesta_phFabioParenzan

20220508_Ts_03_Rigoletto_facebook_phFabioParenzan

Il pubblico ha applaudito i cantanti che hanno dato il meglio nei loro personaggi, dal Duca di Mantova impersonato dal tenore Antonio Poli, brillante e disinvolto, sicuro anche nei passaggi più complessi, al Rigoletto del baritono Devid Cecconi, figura tanto imponente nella parte del buffone crudele, quando asseconda le voglie del suo padrone, quanto dolente nel ruolo del padre colpito a morte, a Gilda, interpretata dal soprano Ruth Iniesta, candida giovane innocente e dolente innamorata ferita che cercherà la morte, incapace di superare il tradimento. Belle voci, buona tecnica che consente ai nostri tre artisti di superare agilmente i passaggi impervi dell’opera, ottimo il fraseggio.
Il dramma del padre si esprime nella grande aria quando il buffone incontra gli sgherri del Duca, che hanno rapito la figlia per consegnarla all’uomo potente, immerso fino al collo nella lussuria e nella corruzione. Il gioco musicale si fa ambiguo, il canto di Rigoletto ruota dalla rabbia per la crudeltà subita alla preghiera per avere la figlia salva. Le note di Verdi seguono questo percorso di trasformazione della mente e dell’animo di Rigoletto, in mezzo allo scherno dei malvagi cortigiani, lo guidano nei tentennamenti dettati dallo sconforto, dalla paura di non avere risposta alle sue richieste di clemenza, dall’ira che lo pervade per il disonore patito.
A un’ottima compagine di cantanti non corrisponde purtroppo una direzione orchestrale all’altezza della situazione: Valentina Peleggi dimentica che l’orchestra del Verdi è ancora fuori buca e non riesce a moderarne il frastuono che costringe spesso i cantanti a sforzi sovrumani per superare la barriera del suono eccessivo dell’orchestra. La regia di Eric Chevalier si avvale di una scena che, a nostro avviso, impedisce un corretto svolgimento degli eventi. Allo sfondo di immagini reali e suggestive proiettate fa contrapposizione un grande soppalco rotante che occupa tutto il palcoscenico: una struttura moderna che stride con i luoghi della vicenda. C’è il bisogno, certo, di ridurli ad una sola scena, senza alcuna modifica se non il ruotare di questa enorme macchina. La scelta però non permette di cogliere le sfumature di momenti struggenti come l’innamoramento di Gilda per il Duca, spacciatosi per povero studente, di momenti tragici come il rapimento della giovane o l’inganno nella casa di Sparafucile; costringe il pubblico ad immaginare molto, troppo. C’è il lavoro sul movimento delle masse, manca l’approfondimenti su quello dei singoli personaggi.
Tra i comprimari si distingue ancora una volta Dario Giorgelè che dà grande espressività al personaggio di Marullo, ottimi tutti gli altri: Abramo Rosalen, Anastasia Boldyreva, Kimika Yamagiwa, Rocco Cavaluzzi, Dario Sebastiano Pometti, Francesco Musino, Rinako Hara e Damiano Locatelli.
Finalmente attivo sulla scena il coro maschile del Teatro Verdi, diretto da Paolo Longo, bravi anche se con la mascherina l’effetto sonoro risulta ovviemente offuscato.
(la recensione si riferisce allo spettacolo del 6 maggio 2022)

Crediti fotografici: Fabio Parenzan per il Teatro Verdi di Trieste
Nella miniatura in alto: il baritono Devid Cecconi (Rigoletto)
Al centro in sequenza: il tenore Antonio Poli (Duca di Mantova); ancora Devid Cecconi con Ruth Iniesta (Gilda)
Sotto: panoramica di Fabio Parenzan sull'allestimento triestino del Rigoletto






< Torna indietro

Dal Nord-Ovest Dal Nord-Est Dal Centro-Nord Dal Centro e Sud Dalle Isole Dall' Estero


Parliamone
Tedesco-Cardelli-Cardelli e il Secolo Breve
intervento di Athos Tromboni FREE

20220910_Fe_00_TrioCardelli_FabiolaTedescoFERRARA - Un programma di sala intelligente. E soprattutto stimolante. Ci riferiamo al concerto finale dell’Ensemble Musik Festival organizzato nello splendido Ridotto del Teatro Comunale “Claudio Abbado” dall’Associazione Ensemble. Il trio formato dalla violinista Fabiola Tedesco e dai fratelli Giacomo (violoncello) e Matteo Cardelli (pianoforte) ha proposto musiche di Luciano Berio (Sequenza VIII per violino solo), Salvatore Sciarrino (Notturno n.3 per pianoforte), Fabio Vacchi (Sonatina III per violoncello solo), Händel/Halvorsen  (Passacaglia in Sol minore per violino e violoncello) e Robert Schumann (Trio n.1 in Re minore op.63): come si vede, è un impaginato che affronta il misconosciuto repertorio del Novecento e il ben più frequentato repertorio romantico.
La scelta di quel programma è stata spiegata da Giacomo Cardelli al pubblico prima dell’inizio del concerto, con un breve discorso che ha testimoniato la predisposizione
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Nuove Musiche
Omaggio a Nino Rota
servizio di Athos Tromboni FREE

20221204_Fe_00_ConcertoNinoRota_CirilloAdrianoFERRARA - La rassegna cameristica "Concerti al Ridotto" di Ferrra Musica ha ospitato oggi un Duo violino-pianoforte costituitosi un paio di anni fa: Marcello Corvino (violinista, direttore artistico del Teatro Comunale "Claudio Abbado" di Ferrara) e Carlo Beramasco (avvocato-pianista e vicepresidente dello stesso Teatro Comunale) hanno
...prosegui la lettura

Eventi
Non solo jazz al Torrione San Giovanni
servizio di Athos Tromboni FREE

20221202_Fe_00_JazzClub_TravagliEleonoraSoleFERRARA - Presentato alla stampa un nuovo progetto culturale del Jazz Club Ferrara: si tratta della visita guidata allo storico Torrione San Giovanni di via Rampari di Belfiore, sede del sodalizio ferrarese e monumento di importanza storica quale presidio di guardia e sede della dogana ferrarese ai tempi del Ducato Estense. Alla
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Marco Caselli Nirmal e le sue poli-immagini
FREE

20221202_Fe_00_MarcoCaselliNirmalFERRARA - Apre domani, sabato 3 dicembre 2022 alle ore 17,30, la mostra personale del fotografo Marco Caselli Nirmal allo Human Alien Studio di via Calcagnini 8 Ferrara.  La mostra di Caselli Nirmal intitolata «1977 - Improvvisazioni Fotografiche» (che sarà in parete fino al 9 dicembre) è un flusso di coscienza, una lunga serie di immagini
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Pietro Tonolo e il Passpartout
servizio di Athos Tromboni FREE

20221127_Fe_00_TonoloPietroFERRARA - È in pieno svolgimento il cartellone d'eccellenza del Jazz Club Ferrara nello storico Torrione di via Rampari di Belfiore: ieri sera, 26 novembre 2022, il sodalizio ferrarese ha salutato l’edizione 2022 del "Passpartout", una collaborazione con il Bologna Jazz Festival costruita nel segno di un incrocio di amicizie artistiche cementate da
...prosegui la lettura

Prosa
Oylem Goylem dove il mondo č scemo
servizio di Athos Tromboni FREE

20221126_Fe_00_OylemGoylem_MoniOvadiaFERRARA – «Dico un sacco di fregnacce sugli ebrei e sull’ebraismo. Non sono né un maestro, né un dotto, anche se qualcuno tenta di farmici passare… io sono solo un saltimbanco, e tale voglio restare.»
La frase si trova nel capitolo introduttivo del primo libro stampato (o forse il secondo libro)
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Otello nel blu di Ciabatti
servizio di Rossana Poletti FREE

20221106_Ts_00_Otello_GiulioCiabatti_phFabioParenzanTRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”. «Non è un dramma della gelosia...» aveva affermato il regista Giulio Ciabatti alla conferenza di presentazione dell’Otello, andato in scena al Teatro Verdi di Trieste: «... la gelosia è solo l’apparenza, ma la scrittura musicale ci porta lontano, in un luogo in cui non c’è giustizia sociale e neanche
...prosegui la lettura

Dischi in Redazione
Alfredo d'Ambrosio revival tra Italia a Francia
FREE

20221031_Dischi_00_OperaOmniaDiAlfredoDAmbrosio_Copertina.JPGÈ uscito per Brilliant Classics (ed era stato interamente anticipato su YouTube), il cofanetto di 3 compact-disc che il Gran Duo Italiano composto da Mauro Tortorelli al violino e Angela Meluso al pianoforte hanno inciso tra il 2021 e il 2022. L'incisione discografica si avvale delle pagine riscoperte e rivitalizzate grazie all’opera di raccolta e
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Alcina delle meraviglie
servizio di Giuliano Danieli FREE

20221027_Fi_00_Alcina_CeciliaBartoliFIRENZE – L’Alcina andata in scena a Firenze nel Teatro del Maggio Musicale Fiorentino – ripresa dell’allestimento concepito nel 2019 per il Festival di Salisburgo, opportunamente adattato agli spazi della Sala Zubin Mehta – è uno di quei rari spettacoli destinati a rimanere indelebilmente vivi nella memoria di chi ha avuto la fortuna di assistervi.
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
La forza del destino un successo
servizio di Nicola Barsanti FREE

20221017_Pr_00_LaForzaDelDestino_GregoryKundePARMA - Nella meravigliosa cornice del Teatro Regio di Parma, l’ultima rappresentazione di La forza del destino di Giuseppe Verdi, (opera inaugurale del Festival Verdi 2022) si rivela un successo. La regia minimalista ed essenziale di Yannis Kokkos risulta ben armonizzata al libretto e pronta a suggerire, là dove necessario, scene evocative di
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
L'albero e i simboli della Carlson
servizio di Athos Tromboni FREE

20221015_Fe_00_TheTree-CarolynCarlsonFERRARA - Nella sua opera letteraria della maturità, il filosofo-poeta francese Gaston Bachelard sublima un suo credo con questa frase: «La nostra appartenenza al mondo delle immagini è più forte, più costitutiva del nostro essere che non l'appartenenza al mondo delle idee.»
È un invito all'uomo e alla donna di lasciarsi andar
...prosegui la lettura

Eventi
Superstagione per opera e balletto
servizio di Athos Tromboni FREE

20221011_Fe_00_StagioneLiricaEBalletto_CarloBergamascoFERRARA - Il vicepresidente della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, avvocato Carlo Bergamasco, ha detto, riferendosi al calendario della lirica e del balletto 2022/2023: «Si tratta di una stagione senza precedenti per varietà e ricchezza di titoli» commentando i dieci titoli di lirica (o meglio: di teatro musicale, perché non c'è soltanto l'opera
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Il Trovatore baritono meglio del tenore
servizio di Nicola Barsanti FREE

20221007_Fi_00_Trovatore_MariaJoseSiri_phMicheleMonastaFIRENZE - Lo spettacolo inaugurale del festival d’autunno del maggio Musicale Fiorentino, dedicato a Giuseppe Verdi, vede protagonista Il Trovatore: una delle tre opere cardine della cosiddetta trilogia romantica (o popolare). Come suggerisce Alberto Mattioli, quella proposta dal Maggio potrebbe altresì essere definita una trilogia spagnola
...prosegui la lettura

Classica
Orchestra Mozart la residenza ferrarese va
servizio di Athos Tromboni FREE

20220929_Fe_00_OrchestraMozart-SinfoniaEroica_DanieleGatti_phMarcoBorggreveFERRARA - È decollata con una calorosa accoglienza di pubblico "l'avventura" della triennale residenza ferrarese dell'Orchestra Mozart istituita dall'Accademia Filarmonica di Bologna e fondata da Claudio Abbado: ieri sera infatti la formazione bolognese, prima nella sua versione per soli archi e poi con organico al completo, ha catturato i favori
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Risultati del 99° Arena di Verona Festival
servizio di Athos Tromboni FREE

20220923_Vr_00_ArenaVeronaOperaFestival2022-Risultati_DamianoTommasiVERONA - I risultati del 99° Arena di Verona Opera Festival 2022 sono stati comunicati ieri con illustrazione di dati e cifre che hanno testimoniato il successo della stagione estiva nell'anfiteatro romano della città scaligera. Ecco i dati salienti: 46 serate dentro un'Arena ritornata, dopo la pausa Covid, alla disponibilità della piena capienza; 342.187
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Ferrara in jazz d'autunno
servizio di Athos Tromboni FREE

20220919_Fe_00_JazzClub_HermonMehariFERRARA - il 30 settembre si apre la nuova stagione artistica del Jazz Club Ferrara al Torrione San Giovanni di Corso Porta Mare 112; la programmazione prevede attività fino alla fine di aprile 2023, ma oggi in conferenza stampa sono state rese pubbliche le serate dei primi due mesi, ottobre e novembre 2022. Tutto lo staff del
...prosegui la lettura

Eventi
La tragédie de Carmen in Umbria
redatto da Athos Tromboni FREE

20220919_Spoleto_00_StagioneLiricaRegionale2022-Carmen_CarloPalleschiSPOLETO - La nuova produzione della Tragédie de Carmen – andata in scena in anteprima nel mese di agosto 2022 a Spoleto – sarà nuovamente allestita, in occasione della Stagione Lirica Regionale 2022 dell'Umbria. Questi gli appuntamenti: Auditorium San Domenico di Foligno (mercoledì 21 settembre, ore 20.30); Teatro degli Illuminati di Città
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
EuropAuditorium stagione 2022/2023
servizio di Edoardo Farina FREE

20220915_Bo_00_StagioneTeatroEuropAuditorium2022-2023_FilippoVernassaBOLOGNA - Consueta conferenza stampa al Teatro EuropaAuditorium, ove martedì 13 settembre 2022 alla presenza di Giorgia Boldrini – Direttrice Settore Cultura e Creatività del Comune di Bologna, Donato Loria – CEO Bologna Congressi, Filippo Vernassa – Direttore artistico dello stesso Teatro, Giacomo Golfieri – Amministratore unico Fonoprint
...prosegui la lettura

Eventi
Torna Ferrara Musica al Ridotto
servizio di Athos Tromboni FREE

20220914_Fe_00_FerraraMusica-CartelloneConcertiRidotto_EnzoRestagnoFERRARA - L'assessore alla Cultura Marco Gulinelli, con il musicologo Enzo Restagno e il maestro Dario Favretti di Ferrara Musica hanno presentato la nuova stagione cameristica nel Ridotto del Teatro Comunale "Claudio Abbado" che si svolgerà nel prossimo autunno-inverno: domenica 25 settembre 2022 prenderà il via la seconda
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310