Pubblicato il 30 Dicembre 2023
Un ricco cartellone di Opere, Balletto e Concerti caratterizzeranno l'anno che verrā
Ecco la stagione 2024 del Filarmonico redatto da Athos Tromboni

20231230_Vr_00_Arena-Filarmonico_CeciliaGasdia_phEnneviFotoVERONA - Teatro Filarmonico: dal 21 gennaio al 31 dicembre 2024, sono in programma 5 opere e 10 concerti sinfonici, con grandi interpreti internazionali. Attesissimo il ritorno del balletto, in scena anche nella sera di San Silvestro. Sarà - inoltre - l’anno delle prime assolute e dei grandi omaggi: il 2024 porterà sul palcoscenico del Filarmonico, il teatro della città di Verona, l’altro volto dell’Arena, il meglio della proposta lirico sinfonica italiana.

La Stagione d’Opera 2024
In programma 5 titoli lirici, ai quali si aggiungerà, per la prima volta dopo nove anni, un sesto appuntamento per l’atteso ritorno del Balletto. Si riconfermano i 4 turni di abbonamento (le domeniche delle prime alle 15.30, i mercoledì sera alle 19, i venerdì sera alle 20, le domeniche di ultima replica alle 15.30, con un’unica variazione infra-settimanale tra ottobre e novembre, in coincidenza con le festività).
Il 21 gennaio debutterà Il Flauto magico (Die Zauberflöte) del genio di Salisburgo in una nuova coproduzione firmata dal regista, scenografo e costumista Ivan Stefanutti, in sinergia con la quinta edizione della rassegna "Mozart a Verona" che prevede il coinvolgimento di tutta la città. Lo spettacolo, con un cast internazionale di rilievo diretto dal maestro Gianna Fratta, replicherà il 24, 26 e 28 gennaio.
Dal 18 al 25 febbraio seguirà una nuova produzione della raffinata La Rondine di giacomo Puccini. Proseguirà così l’omaggio di Fondazione Arena al Maestro lucchese nel centenario della sua scomparsa con un’attenzione particolare ai titoli meno noti e portati in scena d Puccini. Giovani interpreti apprezzati da pubblico e critica saranno diretti da Alvise Casellati con la regia di Stefano Vizioli.
Nel mese di marzo, dal 17 al 24, sarà per la prima volta nei cartelloni del Filarmonico Il Campiello, la più compiuta delle commedie di Carlo Goldoni adattate all’opera dal compositore veneziano Ermano Wolf-Ferrari, in un nuovo allestimento di Fondazione Arena firmato dal regista Federico Bertolani. Un vero e proprio capolavoro, ancora oggi poco conosciuto, che sarà portato in scena da un giovane e frizzante cast italiano diretto da Francesco Ommassini.

20231230_Vr_01_Arena-Filarmonico_StefanoTrespidiCeciliaGasdia_maestroGabbiani_consiglierePupo

L’opera tornerà al chiuso del Teatro Filarmonico dopo l’Opera Festival in Arena; in programma il 27 ottobre 2024 un’altra prima volta tutta veronese: Stiffelio di Verdi, gemma sperimentale ricca di straordinaria musica ma raramente rappresentata, coraggioso e già maturo esempio di teatro nel catalogo verdiano sarà in replica il 29, 31 ottobre e 3 novembre. L’allestimento di Guy Montavon per il Teatro Regio di Parma vedrà protagonisti grandi interpreti di oggi diretti dal giovane Leonardo Sini.
Dal 17 a 24 novembre 2024 il sipario del Filarmonico si alzerà per un titolo universalmente noto, raramente eseguito a Verona, nell’elegante produzione firmata da Manu Lalli per il Maggio Musicale Fiorentino: La Cenerentola di Rossini diretta dal maestro Francesco Lanzillotta.
A chiudere la stagione, un grande ritorno con il più classico dei balletti: dal 15 al 22 dicembre, sul palcoscenico del Filarmonico, dopo nove anni, sarà protagonista il balletto classico con uno dei titoli più amati di sempre: Il Lago dei cigni di Chajkovskij. E per celebrare questo grande ritorno, lo spettacolo avrà una replica straordinaria, il 31 dicembre, la sera di San Silvestro.

La Stagione Sinfonica 2024
Si inizierà il 2 febbraio e il calendario propone ben dieci programmi diversi, con interessanti percorsi e allettanti nuove proposte, rispettando la tradizionale prima del venerdì sera alle 20 e la replica del sabato pomeriggio alle 17.
Pinchas Steinberg, Roberto Abbado, Lilya Zilberstein, Frank Peter Zimmermann, Pietro De Maria, Wolfram Christ, sono solo alcuni degli acclamati interpreti dalla carriera internazionale che si affiancheranno in cartellone a giovani artisti fra i migliori di oggi, quali Diego Ceretta, Giovanni Andrea Zanon, Mariangela Sicilia, Enea Scala, Ryan McAdams, molti dei quali al debutto veronese.
Il primo concerto del 2024 sarà dedicato a Bruckner (la Quarta sinfonia “Romantica” per eccellenza e il colossale Te Deum con soli e coro), seguito, il 29 marzo 2024, dal concerto pasquale comprendente lo Stabat Mater di Rossini per solisti, coro e orchestra.
La stagione si arricchirà durante la primavera sinfonica dal 5 aprile all’11 maggio offrendo l’integrale delle Sinfonie e dei Concerti di Brahms in quattro appuntamenti, intervallati da un altro cimento corale: il 19 aprile la prima esecuzione italiana dell’eclettico Requiem di Andrew Lloyd Webber, maestro del nostro tempo e noto per aver firmato anche i più popolari musical degli ultimi cinquant’anni.
Il mese di maggio sarà suggellato da un concerto tutto-Strauss, il 17 maggio, sulla scia di un percorso artistico che da anni Fondazione Arena porta avanti offrendo al suo pubblico tutta l’opera sinfonica e concertistica del compositore bavarese.

20231230_Vr_02_Arena-Filarmonico_facebook_phEnneviFoto

L’autunno porterà in scena altri due concerti: l’11 ottobre 2024 il programma sarà dedicato alle formazioni di orchestra da camera da Wagner al jazz, il 29 novembre tornerà l’orchestra sinfonica classica con la Sinfonia n.8 "Incompiuta" di Schubert e la celestiale Quarta sinfonia di Mahler.
«Con molte novità, prime rappresentazioni e grandi artisti internazionali, abbiamo allestito una Stagione Artistica ricca e diversificata per il luogo che è in molti sensi “l’altro volto dell’Arena” – ha dichiarato Cecilia Gasdia, Sovrintendente di Fondazione Arena –  Al Teatro Filarmonico proponiamo titoli celebri e classici accanto a capolavori meno frequentati in un repertorio che attraversa tre secoli dal '700 alla contemporaneità. Cast e programmi hanno un occhio di riguardo per la crescita artistica dei nostri complessi e per tanti giovani di talento che meritano di essere conosciuti dal nostro pubblico.»

Crediti fotografici: Ennevi Foto per la Fondazione Arena di Verona
Nella miniatura in alto: la sovrintendente Cecilia Gasdia
Al centro, staff della Fondazione Arena: Stefano Trespidi, Cecilia Gasdia, il maestro Gabbiani e il consigliere Pupo
Sotto: Teatro Filarmonico di Verona, un bella panoramica di repertorio da Ennevi Foto





Pubblicato il 25 Settembre 2023
Presentata oggi la prima parte del programma 2023/2024 del Jazz Club Ferrara
Il Torrione del jazz riparte servizio di Athos Tromboni

20230925_Fe_00_JazzClubFerrara_MarcoGulinelliFERRARA -  La 25.ma edizione della stagione del Jazz Club Ferrara si aprirà nel Torrione San Giovanni di Corso Porta Mare 112 venerdì 6 ottobre 2023 e si protrarrà fino al 30 aprile 2024. Oggi è stato reso noto dal presidente Federico D’Anneo e dal direttore artistico Francesco Bettini alla presenza dell’assessore alla Cultura del Comune di Ferrara, Marco Gulinelli,  il calendario della prima parte della stagione, quella dei prossimi mesi ottobre, novembre e dicembre.
«Il Torrione San Giovanni torna ad ospitare grandi nomi del jazz e giovani talenti per sette lunghi mesi di programmazione con oltre 80 concerti accompagnati da eventi culturali che faranno del Jazz Club uno spazio culturale di ampio respiro» ha detto il presidente D’Anneo.
20230925_Fe_08_JazzClubFerrara_MarcoGulinelliFrancescoBettiniFedericoDAnneo
Ha poi ricordato che il Torrione San Giovanni vanta una storia secolare che lo ha visto teatro di diverse realtà, da bastione difensivo in epoca rinascimentale a sede del movimento femminista in tempi più recenti, nel 1999 diventa il punto di riferimento del Jazz a Ferrara e successivamente location per il cinema di Emilia Romagna Film Commission.
«Nei prossimi sette mesi il palco del Torrione accoglierà protagonisti del jazz italiano ed internazionale, giovani talenti, artisti, per appuntamenti dove sonorità più standard si avvicenderanno ad altre contemporanee e sperimentali, regalando l’opportunità di poter fruire di un’ampia e variegata offerta musicale - ha riassunto il direttore artistico Bettini - e in cartellone, nella prima parte della stagione, segnaliamo artisti di spicco come: Ohad Talmor, Jerome Sabbagh, Dany Noel, Steph Richards, Trio Grande, Jim Snidero, Bill Carrothers, The Bad Plus, Joey Calderazzo, Arno Krijger, Florian Arbenz, Mark Giuliana, Eric Alexander, Vincent Herring, Fabrizio Bosso, Sullivan Fortner, Alessandro Presti, Vadim Neselovskyi, Roberto Gatto, Alexander Hawkins».
Ha poi aggiunto che nella seconda parte del venticinquennale (che sarà presentata in dettaglio nel mese di gennaio 2024) il palinsesto sarà arricchito da musicisti del calibro di Michael Formanek, Jeff Ballard, Ethan Iverson, Marc Copland, Bobby Watson, Walter Smith III, Joel Frahm, Mark Turner, James Brandon Lewis, Goldings-Bernstein-Stewart, e molti altri.
A sua volta l’assessore Marco Gulinelli ha sottolineato che «… il Jazz Club Ferrara è una realtà importante e una vera eccellenza a livello nazionale grazie alla qualità musicale della sua programmazione che l’ha reso famoso anche a livello europeo. Importante è la grande capacità di sviluppare sinergie sin dagli inizi, alla fine degli anni ’70 fino alla svolta nel 1999, quando anche le istituzioni incominciarono ad accorgersi di quanto fosse importante a livello di aggregazione, concedendo l’uso del bastione medioevale in cui siamo ora. Inoltre, il successo del progetto Jazz Club credo che sia anche dimostrato dalla possibilità di raggiungere con grandissima continuità un pubblico sempre numeroso, a tutto questo si aggiunge la capacità di creare e mantenere accordi non solo con il mondo associazionistico che gira intorno ma anche con il Ministero, con la Regione, con l’Amministrazione comunale stessa, collaborando allo stesso tempo con il Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara. E sono particolarmente felice di poter anche nel prossimo futuro porgere proposte e aiuto nelle situazioni che si presenteranno.»

20230925_Fe_01_JazzClubFerrara_facebook

In aggiunta alla programmazione internazionale il Jazz Club Ferrara non mancherà di dare spazio ai progetti originali dei talenti del territorio nazionale e locale, mantenendo anche in essere la preziosa collaborazione con  il Dipartimento Jazz del Conservatorio “G. Frescobaldi”, sia in ambito didattico, che ospitando la rassegna Fresh & Bold.
Numerose come sempre anche le occasioni per gli studenti e i musicisti del territorio ferrarese e non, di confrontarsi nell’ambito delle jam session che ogni settimana animeranno il Torrione di San Giovanni. Da diversi anni il Jazz Club si impegna anche nell'ambito della solidarietà. Nel corso della stagione 2023/24 non mancheranno iniziative legate alla sensibilizzazione di temi legati al sociale e al climate change. Mercoledì 9 dicembre, in occasione del concerto del pianista ukraino Vadim Neselovskyi, sarà presentata l'attività del progetto Med Care for Ukraine di Mediterranea Saving Humans. Per concludere la prima parte della stagione, precisamente nelle date di venerdì 22 e sabato 23 dicembre, il Torrione non solo si tingerà di verde-oro con le sonorità della musica brasiliana ma ospiterà anche la mostra “Amazzonie”, a cura di Mauro Cichetti, una collettiva dedicata al più importante polmone verde del mondo, messo a nudo attraverso i punti di vista di autorevoli fotografi e ricercatori brasiliani ed italiani.
Si dirigono nella direzione di valorizzare la cultura a trecentosessanta gradi, anche le esposizioni, in collaborazione con Endas Emilia-Romagna, di giovani artisti visivi emergenti: quest’anno offre la sua personale chiave di lettura l’illustratrice Olivia Santimone.
Info: www.jazzclubferrara.com - jazzclub@jazzclubferrara.com – altre info e per prenotazioni cene tel. 331 432 38 40 (tutti i giorni dalle 12.00 alle 22.00)

20230925_Fe_02_JazzClubFerrara_OhadTalmor_phMariusDuboule20230925_Fe_03_JazzClubFerrara_JeromeSabbag20230925_Fe_04_JazzClubFerrara_BillCarrothers
20230925_Fe_05_JazzClubFerrara_DanyNoel20230925_Fe_06_JazzClubFerrara_JimSnidero20230925_Fe_07_JazzClubFerrara_JoeyCalderazzo

Programma ottobre novembre dicembre 2023
Venerdì 6 ottobre, ore 21.30 - In collaborazione con Endas-Emilia-Romagna
Vernissage mostra Olivia Santimone “Melofobia” e a seguire, In collaborazione con Istantanea
Lisa Mezzacappa Sextet: Cosmicomiche 2023
Marta Raviglia voce, Piero Bittolo Bon fiati ed elettronica, Nazareno Caputo vibrafono, Giorgio Pacorig tastiere ed elettronica, Lisa Mezzacappa contrabbasso, Jordan Glenn batteria.
Sabato 7 ottobre, ore 21.15
Ohad Talmor Back to the Land Quartet: The NEW music of Ornette Coleman and Dewey Redman - Ohad Talmor sax tenore, Joel Ross vibrafono. Chris Tordini contrabbasso, Eric McPherson batteria.
Domenica 8 ottobre, ore 21.00 - Serico-Tonale a cura di Istantanea Jordan Glenn’s Beak & Solo: Jordan Glenn, batteria e conduzione con la partecipazione degli allievi del Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara
Venerdì 13 ottobre, ore 21.30: Orchestra Creativa del Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara
Sabato 14 ottobre, ore 21.15: Jerome Sabbagh Quartet
Domenica 15 ottobre, ore 21.00: Nickel Kosmo meets JesterN
Venerdì 20 ottobre, ore 21.30: Freedom Now Trio, special guests Achille Succi & Daniele Santimone
Sabato 21 ottobre, ore 21.15: Dany Noel Confluence Trio
Domenica 22 ottobre, ore 21.00: OCER goes to Guantanamo
Venerdì 27 ottobre, ore 21.30: Simone La Maida Trio
Sabato 28 ottobre, ore 21.15: Steph Richards Power Vibe
Domenica 29 ottobre, ore 21.00: Silvia Valtieri Trio - Omaggio a Dave Frishberg
Martedì 31 ottobre, ore 21.15: Trio Grande
Mercoledì 1 novembre, ore 21.15: Jim Snidero Quartet
Venerdì 3 novembre, ore 21.30: Big Band del Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara feat. Pasquale Paterra, Federico Pierantoni, Stefano Melloni, Pasquale Morgante, Guido Querci, Roberto Manuzzi, direzione e arrangiamenti
Sabato 4 novembre, ore 21.15: Bill Carrothers Piano Solo
Domenica 5 novembre, ore 21.15: The Bad Plus
Venerdì 10 novembre, ore 21.15: Joey Calderazzo Quartet feat. Miguel Zenón
Sabato 11 novembre, ore 21.15: Arbenz X Krijger / Osby – Targeted
Domenica 12 novembre, ore 21.00: Luca Perciballi Sacred Habits
Mercoledì 15 novembre, ore 21.15: Mark Guiliana Quartet
Venerdì 17 novembre, ore 21.15: Eric Alexander-Vincent Herring The Battle special guest: Mike Le Donne
Sabato 18 novembre, ore 21.15: Fabrizio Bosso We Wonder
Domenica 19 novembre, ore 21.00: Tower Jazz Composers Orchestra
Venerdì 24 novembre, ore 21.30: Max Puglia Hinterland
Sabato 25 novembre, ore 21.15: Sullivan Fortner Piano Solo
Domenica 26 novembre, ore21.00: La grazia dell’informe
Venerdì 1 dicembre, ore 21.30: Simone Alessandrini Storytellers Mania Hotel
Sabato 2 dicembre, ore 21.15: Alessandro Presti Quintet
Domenica 3 dicembre, ore 21.00: Elide Sulsenti
Giovedì 7 dicembre, ore 21.15: Vadim Neselovskyi Odesa
Venerdì 8 dicembre, ore 21.30: Francesca Tandoi Trio
Sabato 9 dicembre, ore 21.15: Roberto Gatto Lifetime - La musica di Tony Williams
Domenica 10 dicembre, ore 21.00: Istantanea Ensemble - Taleae
Venerdì 15 dicembre, ore 21.30: Marco Frattini Trio
Sabato 16 dicembre, ore 21.15: Alexander Hawkins Trio
Domenica 17 dicembre, ore 21.00: Istantanea (2)
Venerdì 22 dicembre, ore 21.30: As Madalenas
Sabato 23 dicembre, ore 21.30: Itaparica

Crediti fotografici: Ufficio stampa Jazz Club Ferrara
Nella miniatura in alto: l’assessore alla Cultura di Ferrara, Marco Gulinelli
Al centro: l’assessore Gulinelli con Francesco Bettini e Federico D’Anneo; un momento della conferenza stampa con
Jordan Glenn, Federico D’Anneo e Francesco Bettini
Sotto, in sequenza alcuni protagonisti della stagione 2023/24 del Jazz Club Ferrara: Ohad Talmor; Jerome Sabbag; Bill Carrothers; Dany Noel; Jim Snidero; Joey Calderazzo





Pubblicato il 22 Settembre 2023
Ricco cartellone di musica ed eventi per il Teatro di Piazza della Costituzione 4 Bologna
Ecco la stagione 2023/24 EuropAuditorium servizio di Edoardo Farina

20230922_Bo_00_Europauditorium_FilippoVernassaBOLOGNA - Con la consueta conferenza stampa del TEA - Teatro EuropAuditorium svoltasi il 14 settembre 2023 alla presenza di un cospicuo numero di giornalisti presenti in sala e Carlo Magistretti nel ruolo di moderatore, si è inaugurato il 47° cartellone curato dalla società December Sevens Duemila forte dei risultati raggiunti durante la scorsa Stagione: 40 titoli messi in scena, 56 serate di spettacolo, una media di 1.560 spettatrici e spettatori a singola recita con un?occupazione media della sala al 91,82 %, 1.191 abbonamenti sottoscritti e 87.400 presenze complessive.
Lo slogan Insieme siamo più di un teatro, scelto per la Stagione 2021|22, che seguì la chiusura forzata dei luoghi dati agli spettacoli e riconfermato per la scorsa programmazione e per quella che verrà, ricalca l?inclinazione che l'EuropAuditorium ha di sentirsi un tutt?uno con il suo pubblico nell'esperienza teatrale.
«Il successo del TEA deriva dal saper interpretare l'interesse del pubblico dichiara Filippo Vernassa, Direttore artistico del Teatro EuropAuditorium. Lavoriamo tenacemente con l'obiettivo di offrire a spettatrici e spettatori una varietà di proposte in grado di soddisfarne i gusti e con la volontà di creare la migliore esperienza possibile per chi vive il Teatro, sul palco e dietro le quinte. Dal 1975, coerente nella sua proposta artistica, il TEA offre eventi prestigiosi che spaziano dal musical alla danza internazionale e ai concerti pop passando per grandi artiste e artisti mattatori del palcoscenico. Essere e voler continuare a essere il Teatro dei grandi eventi».

STAGIONE 2023/24
La programmazione 2023|24 è composta ufficialmente da 27 titoli di cui 10 concerti, 7 grandi show, 6 musical, 3 spettacoli di danza internazionale e 1 family show ai quali, come di consueto, durante la Stagione, si aggiungeranno ulteriori appuntamenti che andranno ad arricchire l'offerta spettacolistica e musicale, quali Fiorella Mannoia e Danilo Rea (22 novembre), Gospel Night (13 dicembre) Giorgio Panariello e Marco Masini (14 dicembre), Mannarino (18 dicembre), Samuele Bersani (15 aprile), Baustelle (16 aprile) Levante (28 aprile), Luca Argentero (21 maggio), solo per citarne alcuni.

20230922_Bo_01_EuropAuditorium_MareFuori_IlMusical_MariaEsposito 20230922_Bo_02_EuropAuditorium_Chicago

Concerti - La prima data del calendario musicale del TEA è fissato il 9 ottobre 2023 con l'orchestra sinfonica di Kiev riconosciuta in tutta Europa Lords of the Sound, che omaggerà il genio di Hans Zimmer in The music of Hans Zimmer. Dune, Spider-Man 2, Il Cavaliere Oscuro, Interstellar, Il Codice Da Vinci, Pearl Harbor, ?Il Gladiatore, ?Mission Impossible e Inception, colonne sonore di questi e di tanti altri film di successo. Il concerto sinfonico sarà impreziosito dalla presenza di una rock band, da una stupefacente produzione visual con luci ed effetti speciali e da potenti parti vocali di solisti e coristi, celebrando l'indiscusso talento di uno dei compositori tedeschi contemporanei più influenti, soprattutto in ambito cinematografico, vincitore di quattro Grammy, due Oscar alla migliore colonna sonora su dodici candidature, tre Golden Globe e un Brit Award.
Il 16 ottobre 2023 si cambierà musica con un live attesissimo, avendo due apprezzatissimi cantanti del panorama italiano: Francesco Renga e Nek, insieme sul palco del Teatro EuropAuditorium per un imperdibile concerto. Tra le più grandi voci del panorama musicale italiano, Renga quest'anno celebra 40 anni di straordinaria attività con all'attivo 8 album d'inediti, 1 album con orchestra, 2 album dal vivo (di cui uno insieme a Max Pezzali e Nek), oltre 1 milione di copie vendute, 9 certificazioni di platino e 8 d'oro. Nel corso della sua carriera ha realizzato più di 1.900 concerti tra palasport, teatri e location mozzafiato, come l'Arena di Verona e il Teatro Antico di Taormina. Nek, cantante e polistrumentista, con alle spalle oltre 10 milioni di dischi venduti in tutto il mondo e 18 album in studio, è una delle voci maschili più affascinanti e amate del panorama musicale italiano. Dopo l'esordio nel 1992 con l'album omonimo, tantissimi sono stati i successi a susseguirsi e negli ultimi anni è stato impegnato nella conduzione di fortunati programmi televisivi, ultimo dei quali Dalla Strada Al Palco; nel 2022 è uscito l'album celebrativo, 5030, che racconta i suoi 30 anni dagli esordi e i 50 anni di età.
Dopo avere collezionato sold out in ogni data del live, Atom Heart Mother, il concerto evento dei Pink Floyd Legend, arriverà per la prima volta a Bologna il 23 ottobre 2023; il gruppo è il solo a portare in tour la versione integrale del quinto album della storica band britannica pubblicato nel 1970, coinvolgendo 80 artisti assicurando un grande successo riscosso ovunque grazie alla realizzazione della celebre suite. Dal 2012, seguendo la partitura originale del compositore inglese Ron Geesin, con il quale, dopo aver sottoscritto a Londra anni fa un sodalizio artistico, si sono esibiti la scorsa estate alla Cavea del Parco della Musica di Roma di fronte a più di 3.000 spettatori. I Pink Floyd Legend sono Fabio Castaldi (voce e basso), Alessandro Errichetti (voce e chitarre), Simone Temporali (voce e tastiere), Paolo Angioi (chitarre, basso e cori) ed Emanuele Esposito (batteria). Completano la formazione Giorgia Zaccagni, Nicoletta Nardi e Claudia Marss ai cori e Maurizio Leoni al sassofono solista. Ad accompagnare la band romana, il grande ensemble classico diretto dal Maestro Giovanni Cernicchiaro, composto dalla Legend Orchestra e dal Legend Choir, per l?occasione formato dai cori Sesto in Canto e Animae Voces.

20230922_Bo_03_EuropAuditorium_RobertoBolle_phVitoLorusso 20230922_Bo_04_EuropAuditorium_Carolina_UnNataleFavoloso

20230922_Bo_05_EuropAuditorium_MADAME_phIvanSokolov

Il 23 novembre 2023 sarà la volta di Madame, che, dopo il grande successo del suo secondo album L'amore, sarà in tour con la bravura e l'energia che la contraddistinguono. Sarà live insieme alla band composta da Dalila Murano (batteria), Karme (Carmelo Caruso) (tastiere), Estremo (Enrico Botta) (consolle) ed Emanuele Nazzaro (basso). Il 2023 è sicuramente un anno pieno di soddisfazioni e traguardi importanti, il suo secondo compact disc, L'amore (Sugar), è uscito lo scorso 31 marzo e ha debuttato alla numero 1 della Top Album FIMI. Certificato oro, include la hit multiplatino Il bene nel male, presentata a Sanremo 2023 e il nuovo singolo Aranciata.
Madame è la più giovane vincitrice di due Targhe Tenco per l'album d?esordio e per la canzone con Voce, traccia che ha guadagnato anche il Premio Lunezia e il Premio Bardotti, entrambi per il migliore testo. Accanto ai riconoscimenti per il valore musicale e letterario ha collezionato finora 38 certificazioni tra platino e oro in soli 4 anni e ha conquistato il pubblico in un tour sold out. Energica, spontanea, coinvolgente, la cantautrice ha condiviso uno spazio libero in cui essere veramente sé stessi.
Il 31 dicembre 2023 al Teatro EuropAuditorium, l'anno si concluderà con Mania ? The Abba Tribute. 50th Anniversary Tour, il tributo più famoso e titolato al mondo della band svedese che, direttamente dal West End, arriverà per regalare al pubblico uno show vitale e colorato sulle intramontabili melodie del gruppo. Direttamente dai palchi del London's West End, torna finalmente in Italia dopo i clamorosi sold out in Australia, Cina, Stati Uniti ed Europa, per un concerto coinvolgente interpretando la musica degli Abba, in modo fedele, rispettoso e appassionato, ripercorrendo i ricordi speciali di quando dominavano le classifiche radio internazionali. Costumi, luci, coreografie e tanta musica suonata rigorosamente dal vivo, basti pensare alle hit Mamma Mia, Voulez Vous, Dancing Queen, Winner Takes It All e Super Trouper, faranno trascorrere ai vecchi e ai nuovi amanti del celebre quartetto una serata ricca di emozioni.

20230922_Bo_09_EuropAuditorium_PFM_PremiataForneriaMarconi

L' 8 gennaio 2024 la PFM - Premiata Forneria Marconi porterà il suo PFM canta De Andrè Anniversary, un live che celebra il quarantacinquennale dei live Fabrizio De André e PFM in concerto rinnovando l'abbraccio tra rock e poesia tornando sui palchi il prossimo autunno, un tour per celebrare il fortunato sodalizio con il cantautore genovese e riproporre una serie di concerti dedicati a quell?evento ove alla scaletta originale saranno aggiunti anche brani tratti da La buona Novella. PFM canta De André Anniversary avrà sul palco una formazione spettacolare, con tre ospiti d?eccezione: Michele Ascolese, chitarrista storico di Faber, Luza Zabbini alle tastiere e alla voce e la magia delle tastiere di Flavio Premoli, fondatore di PFM. Fabrizio disse: «La nostra tournée è stata il primo esempio di collaborazione tra due modi completamente diversi di concepire ed eseguire le canzoni. Un'esperienza irripetibile perché PFM non era un'accolita di ottimi musicisti riuniti per l'occasione, ma un gruppo con una storia importante, che ha modificato il corso della musica italiana. Ecco, un giorno hanno preso tutto questo e l'hanno messo al mio servizio».

20230922_Bo_08_EuropAuditorium_Mania_TheAbbaTribute_facebook_phMarkSenior

Il 29 gennaio 2024 il palco sarà di Dardust che, con Duality + guests, continuerà il viaggio di commistione tra i suoi emisferi sonori: quello meditativo e quello incentrato sui beat e sull?elettronica con cui continuerà il suo viaggio tra emozione e ragione, portando la sua dualità live insieme ad amici e ospiti. È trascorso un anno dalla pubblicazione del doppio album ?Duality?, concept con cui il pianista, compositore e produttore marchigiano ha definito i suoi due emisferi sonori: uno più riflessivo, meditativo, vicino alla musica strumentale da camera (la prima parte del disco è un delicato set in piano solo) e l?altro incentrato sui beat e sull?elettronica da club. L'8 settembre Dardust ha pubblicato, per Sony Music Masterworks e Artist First, un nuovo singolo inedito dal titolo "Outside" preannunciando un nuovo capitolo artistico in arrivo. Se con Duality l'artista ha squarciato il velo che separava la musica classica contemporanea dall'elettronica, con "Outside" ritrova il pianoforte e riconcilia le sue due anime in un singolo.

20230922_Bo_07_EuropAuditorium_AtomHeartMother_PinkFloydLegend

20230922_Bo_06_EuropAuditorium_TheMusicOfHansZimmer_phSimoneDiLuca

Il 27 marzo 2024 Stefano Bollani, insieme al contrabbasso di Jesper Bodilsen e alla batteria di Morten Lund, sarà protagonista di Stefano Bollani  Danish Trio: complici due musicisti di punta della scena scandinava, nel live, senza una scaletta prestabilita, si uniranno per interpretare, improvvisare e creare momenti unici in grado di trasmettere la felicità di vivere la musica jazz senza pregiudizi. I tre artisti si incontrano nel 2002 su iniziativa di Enrico Rava, ingaggiati a collaborare in occasione della sua vittoria al Jazzpar, prestigioso premio jazz assegnato a Copenaghen. Da tutto questo parte una collaborazione che culmina con la pubblicazione dei dischi Mi ritorni in mente e Gleda, entrambi usciti per l?etichetta danese Stunt Records, e Stone in the Water, pubblicato dall'etichetta tedesca ECM, album a cui vanno aggiunti Joy in Spite of Everything (ECM), inciso a New York con il supporto del chitarrista Bill Frisell e del sassofonista Mark Turner, e Close to You (Stunt), disco in cui Bollani, Bodilsen e Lund ove affiancano la cantante danese Katrine Madsen. «Nel Danish Trio l?ascolto è un elemento centrale  sintetizza Bollani  e ciascuno di noi è, in ogni istante, attento a ciò che gli altri stanno suonando, concentrato sul suono nella sua totalità. Esattamente il mio ideale di gruppo jazz». Alla base di tutto c'è sempre la gioia di vivere: quella gleda come la chiamano i norvegesi  che dà il titolo a uno dei più fortunati album della formazione,
Nell?ambito del progetto speciale Disney Concerts, saranno due i cineconcerti che vedranno il coinvolgimento dell?Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, diretta dal M° Thiago Tiberio: The Sound Of Magic, il 2 e 3 dicembre 2023, occasione unica per ascoltare dal vivo le musiche che fanno da colonna sonora alle più belle scene dei celebri film di animazione Disney. Sono memorabili i brani tratti da Frozen  Il Regno di Ghiaccio, Aladdin, La Bella e la Bestia e ?Il Re Leone. The Sound of Magic celebra, in Italia a Teatro, il centenario della nascita della The Walt Disney Company e Fantasia, il 5 e 7 gennaio 2024. Fantasia e Fantasia 2000 sono i classici proiettati durante questo appuntamento dal titolo Fantasia In Concert, in cui verranno interpretate alcune delle pagine sinfoniche che animano i due film, come la Sinfonia Pastorale di Ludwig van Beethoven, il Clair de lune di Claude Debussy, La danza delle ore di Amilcare Ponchielli, Pomp And Circumstance di Edwar Elgar, I Pini di Roma di Ottorino Respighi e L?apprendista stregone di Paul Dukas.
In entrambi gli appuntamenti le immagini dei celebri film di animazione Disney verranno proiettate in alta definizione su un maxischermo e accompagnate dalla colonna sonora eseguita dal vivo e in sincrono.

Grandi Show - Il 30 settembre 2023 il primo dei one man show in cartellone si terrà all'Unipol Arena con Checco Zalone che, dopo i 4 sold out della scorsa Stagione al TEA, tornerà con Amore + Iva, spettacolo totalmente inedito in cui musica, racconti, imitazioni e parodie saranno accompagnati dall'inconfondibile ironia di uno degli artisti più caleidoscopici e amati dal pubblico italiano. L'artista pugliese è di nuovo sul palco undici anni dopo il Resto Umile World Tour e avere battuto tutti i record della storia del cinema italiano. La nuova tournée di Zalone durerà un anno: il debutto è stato a Firenze nel novembre 2022, nel periodo natalizio lo spettacolo ha fatto tappa al Teatro degli Arcimboldi di Milano mentre le date estive lo hanno visto su vari palchi, tra questi, quello dell?Arena di Verona.
Il 30 e 31 ottobre 2023 sul palco del Teatro EuropAuditorium ci sarà l?esilarante performance del celebre duo comico composto da Pio e Amedeo, Felicissimo Show, dopo il successo travolgente del programma tv Felicissima Sera, in onda in prima serata su Canale 5.
Dopo più di 800 repliche di Sogno e son desto, il 27 novembre 2023 Massimo Ranieri, accompagnato da talentuosi musicisti, porterà in scena il suo nuovo Tutti i sogni ancora in volo in un'altra straordinaria avventura tra canto, recitazione, brani celebri, sketch divertenti e racconti inediti. Tra le canzoni interpretate ci saranno quella vincitrice del Premio della Critica a Sanremo 2022, Lettera di là dal mare, alcuni inediti scritti appositamente per lui da alcuni grandi cantautori italiani, tra i quali Pino Donaggio, Ivano Fossati, Bruno Lauzi e Giuliano Sangiorgi, e molte altre canzoni che fanno parte del suo nuovo album dallo stesso titolo dello spettacolo firmato dalla Produzione musicale di Gino Vannelli vantando una nuova scenografia vedendo in scena una band di talentuosi musicisti, mentre il 21 e 22 dicembre 2023 sarà la volta di Stefano De Martino, diretto da Riccardo Cassini, che, con Meglio stasera. Quasi one man show, metterà in campo la sua formidabile autoironia e il talento naturale per il canto, la danza e l?improvvisazione. La performance farà trascorrere a spettatrici e spettatori una serata all?insegna della spensieratezza tra musica, danza e parole. Meglio stasera che domani o mai?, cantava negli anni '60 Miranda Martino in una piccola canzone gioiello arrangiata da Ennio Morricone. È quello che pensa De Martino: la sera dello spettacolo sarà proprio il momento giusto per venire a incontrarlo a teatro e trascorrere insieme un paio d'ore spensierate, nel senso letterale del termine, ma soprattutto per conoscerlo meglio. Forse, conoscerli meglio, perché non c'è un solo Stefano. C?è lo Stefano che si racconta, dall'infanzia in un paese affascinante e difficile al susseguirsi dei tanti episodi legati al suo lavoro di fruttivendolo prima, ballerino poi, e infine intrattenitore a tutto campo. C'è lo Stefano crooner: insieme agli otto orchestrali della Disperata Erotica Band, sospesa fra Carosone e Sanremo, mette in scena giochi musicali, mash up e virtuosismi canori con una sola regola: Non è mai una sola canzone per volta. C'è lo Stefano danzatore: nonostante - ma solo a suo dire - si sia accumulata un po' di ruggine fra le giunture del ballerino di un tempo, è il momento di rimettersi in gioco, anzi, in ballo. E lo fa accompagnato nelle coreografie da alcuni ballerini professionisti (ex?) colleghi di qualche stagione addietro. C'è lo Stefano imprevedibile, quello dell'allegria e dei giochi in tv, quello che dialoga ed empatizza tra gag, monologhi umoristici, riferimenti insospettabilmente colti, improvvisazioni e scherzi con il pubblico.
Dopo lo straordinario successo ottenuto con Destinati all'estinzione, Non è come sembra e Bau, torna in scena Angelo Pintus con la sua nuova proposta Una brutta persona, in programma dal 25 al 28 gennaio 2024, da sempre artista sinonimo di brillante ironia. In questi anni ha confermato di appartenere alla ristrettissima cerchia di one man show che si sono esibiti in spazi importati come il Teatro Antico di Taormina e l'Arena di Verona. Nonostante ciò, l'artista resta, e soprattutto vuole restare, un assiduo frequentatore dei palcoscenici dei teatri in Italia e non solo mentre il 14 febbraio 2024 sarà la volta del reading-spettacolo Ti racconto una storia. Letture semiserie e tragicomiche che vedrà in scena l'attore e regista Edoardo Leo, accompagnato dalle improvvisazioni musicali di Jonis Bascir.
E' un reading-spettacolo ove ritroviamo suggestioni, letture e pensieri che egli ha raccolto dall'inizio della carriera a oggi in vent'anni di attività, in appunti, ritagli, ricordi e risate trasformati in uno spettacolo coinvolgente che cambia forma e contenuto ogni volta in base allo spazio e all'occasione facendo sorridere e riflettere, raccontando spaccati di vita umana unendo parole e musica. Una riflessione su comicità e poesia per spiegare che, in fondo, non sono così lontane. In scena non solo racconti e monologhi di scrittori celebri (Benni, Calvino, Marquez, Eco) ma anche articoli di giornale, aneddoti e testi di giovani autori contemporanei e dello stesso Leo.
Il 1° marzo 2024 a ritornare al TEA sarà Alessandro Siani con l?edizione aggiornata del suo Extra Libertà Live Tour, uno show esilarante che prende ispirazione dai fatti scottanti dell?attualità dopo lo strepitoso successo teatrale riscontrato dallo show Libertà, conclusosi con uno speciale tv per Prime Video e dall?ultimo Extra Libertà, che ha conquistato i principali teatri italiani nella scorsa Stagione con sold out in ogni replica. Gli argomenti e gli spunti del nuovo show sono aggiornati nei testi rispettando la precedente trasposizione e cavalcando in primis nei monologhi i temi scottanti delle imprevedibili insidie che colpiscono e influenzano le nostre vite: pandemie, guerre e l?ineffabile solitudine ?dell?era cellulare? con i suoi conseguenti effetti collaterali. «Amici - scrive Siani nelle note di regia - Il nostro compito, ovvero di noi comici, resta semplicemente quello di far ridere, d'intrattenere e far riflettere. L?importante è che mentre tenti di far ridere e soprattutto d?intrattenere, il pubblico non rifletta pensando ma che cosa ci faccio qui!!!?».

Musical - In programma il 25 e 26 novembre 2023 un grande classico prodotto da Stage Entertainment, Chicago ? Il Musical, vedrà in scena un nutrito corpo di ballo e un ricco cast di attori e attrici capitanato da Stefania Rocca e Chiara Noschese che ha inoltre curato firmato la regia dello show di cui scrive: «Me lo immagino violento, colorato, un?esplosione di eventi a tinte forti, in un mondo che è come un circo, un circo eccessivo e irriverente, privo di etica e carico di intrighi, dove la notorietà esplode quanto più estremo è il crimine. Uno specchio grandguignolesco del nostro tempo».
Grazie a un mix unico fatto di jazz e coreografie coinvolgenti, Chicago è considerato non solo uno dei musical più noti ma anche uno dei più celebri e longevi. Il pubblico sarà trasportato nella vecchia capitale dell?Illinois degli anni ?20, nel cuore della vicenda di Roxie Hart, una cantante di un nightclub finita in carcere per aver ucciso il suo amante, animata dalla riconquista della libertà e della fama. Scritto da tre autori d?eccellenza, John Kander (musica), Fred Ebb (testi e libretto) e Bob Fosse (libretto, regia e coreografia), è uno dei grandi classici del musical. Spettacolo la cui fama internazionale è aumentata notevolmente in tutto il mondo dopo l'uscita dell'omonimo film nel 2002, vincitore di 6 premi Oscar. Grazie a un mix unico fatto di jazz, musica e coreografie coinvolgenti è anche uno dei più celebri e longevi dopo il debutto a Broadway nel 1996 e in oltre 25 anni rappresentato in 36 paesi e premiato con 6 Tony Awards, 2 Olivier Awards, un Grammy e migliaia di standing ovation. Lo sfondo è la ruggente metropoli americana in un universo brulicante di storie, intrighi, sete di successo e manipolazione dell?opinione pubblica da parte dei media.
Dopo il grande successo della scorsa Stagione con 7 Spose per 7 Fratelli, dal 12 al 14 gennaio 2024 la Compagnia Roma City Musical sarà in scena con Cabaret ? The Musical, uno spettacolo diretto, insieme a Luciano Cannito, da Arturo Brachetti che sarà anche protagonista dello show. Fabrizio Di Fiore Entertainment, avendo scelto di mettere in campo una regia dall?impostazione visiva cinematografica corredata da tanti effetti speciali. Tratto da un romanzo di Christopher Isherwood, è uno dei titoli più famosi della storia del musical che ha ricevuto numerosissimi premi, tra cui 8 Tony Awards. La sua messa in scena ha ispirato numerose Produzioni teatrali e cinematografiche in tutto il mondo, tra cui l?omonimo pluripremiato film diretto da Bob Fosse, continuando ad affascinare il pubblico con la sua capacità di portare alla vita un?epoca storica attraverso la musica e la danza, con una colonna sonora iconica che include brani come ?Willkommen? e lo stesso ?Cabaret?. Ambientato nella Berlino degli anni ?30, durante la salita al potere del nazismo, il musical esplora temi di politica, amore e libertà personale in un?epoca di grande incertezza seguendo la storia di Sally Bowles, qui interpretata da all?esuberante e carismatica Diana Del Bufalo, primadonna del famoso ?Kit Kat Klub?, coinvolta da Cliff Bradshaw, un giovane scrittore statunitense alla ricerca della sua ispirazione che si fa inconsciamente conquistare da questa nuova Babilonia piena di profonda povertà, paura del futuro, ma anche di luci, colori, musica, gioia di vivere.
Dal 1° al 4 febbraio 2024 PeepArrow Entertainment, andrà in scena Cats, con le musiche di Sir Andrew Lloyd Webber e i testi del Premio Nobel Thomas Stearns Eliot, in scena con un grande cast, l'orchestra dal vivo diretta dal Maestro Emanuele Friello e le coreografie di Billy Mitchell. Un'irresistibile colonia di gatti umanizzati che cantano e ballano sulle rovine della Città eterna in una magica atmosfera scandita da fantasia, dramma, romanticismo e musica. Per la prima volta al mondo, il Cats di Massimo Romeo Piparo ha ottenuto dall?autore l?autorizzazione ad essere ambientato infatti a Roma, in una ipotetica e futuristica ?discarica? di opere d?arte e di reperti archeologici, con il Colosseo sullo sfondo. Dopo il grande successo con numeri record della scorsa Stagione, attraverso la nuova grande produzione internazionale in collaborazione con il Teatro Sistina - su licenza esclusiva The Really Useful Group, London, il musical per eccellenza, titolo che ha cambiato la storia di questo genere di spettacolo sarà presente con un grande cast di artisti, attualmente associato delle ultime produzioni di A.L. Webber, da School of Rock a Cinderella. Musica e danza, ma anche illusionismo e magia con gli effetti speciali affidati al gatto mago Mr.Mistoffelees.
Il 17 e 18 febbraio 2024 Peter Pan - il Musical, grande attesa per il ritorno di uno dei musical più amati e longevi del panorama teatrale italiano, porterà spettatrici e spettatori direttamente sull?Isola che non c'è: lo spettacolo vanta la regia di Maurizio Colombi, l'indimenticabile colonna sonora di Edoardo Bennato e l'interpretazione di oltre 25 artiste e artisti capeggiati dalla voce potente di Giò Di Tonno, già apprezzato in Notre Dame de Paris, che per l'occasione vestirà i panni di Capitan Uncino, interprete dallo straordinario carisma. Dal 2006, quando debuttò per la prima volta, la performance ha già affascinato oltre un milione di spettatori con più di 950 repliche ed è stato insignito di prestigiosi premi come il Premio Gassman e tre Biglietti d?Oro Agis, facendo compiere al pubblico un fantastico viaggio nel mondo di Peter Pan con alcune tra le più famose canzoni tratte dal mitico album del 1978 ri arrangiate per l'occasione dal cantautore aggiungendo alla colonna sonora dello spettacolo l'inedito "Che paura che fa Capitan Unci-no". Altro punto di forza della rappresentazione sono i 21 artisti che in scena animeranno un mondo magico arricchito da effetti speciali come il volo di Peter.
Dal 15 al 17 marzo 2024 Mare Fuori - il Musical porterà la fortunata serie tv Rai-Picomedia direttamente sul palcoscenico; diretto da Alessandro Siani, vanta tra i suoi interpreti anche alcuni tra i volti più amati della fiction come Maria Esposito nei panni di Rosa Ricci, essendone la trasposizione teatrale della fortunata serie tv Rai-Picomedia ove tra i suoi interpreti ne è personaggio rivelazione insieme ai vari protagonisti indiscussi. «Quando si parla di Mare fuori, seppure una serie nata da pochi anni, si intende già una cult, ove oggi più che mai le puntate si stanno spezzettando in frasi e tormentoni che il grande pubblico ripete, tagga e condivide. Un fenomeno! Un successo esplosivo che ha colpito l'interesse di molti, tutti, me compreso. L'ingrediente di questa serie è sicuramente la semplicità della trama. La location è il carcere minorile di Nisida, si narra in modo profondo e crudo la vita di un gruppo di ragazzi all?interno di un istituto penitenziario. Dietro le sbarre, guardando oltre, si affaccia un mare libero e immenso, una sorta di sogno, di miraggio. La versione teatrale sicuramente aveva bisogno di non perdere dei temi fondamentali: le motivazioni che hanno portato alla reclusione i giovani, la famiglia distrutta nei suoi valori primordiali, la lotta fra bande, la delinquenza beffarda che trascina una persona non ?adulta? a fare determinate scelte. Si tratta di riflettere su una sorta di gioventù bruciata, figlia di un destino amaro e inaccettabile. Il tema che pervade questa trasposizione teatrale è il ?momento?. Trovarsi nel momento sbagliato! Perdere sempre il momento giusto, perché confusi e avviliti dall?ambiente che li circonda, crescere male e continuare a sbagliare. Ma da una morte può nascere una vita nuova? Si può sopravvivere e poi rinascere per sempre. L?amicizia, la fratellanza e soprattutto l?amore copriranno il dolore, ma nessuno sarà mai sereno, perché tutto potrebbe cambiare da un momento all'altro. Gli occhi dei ragazzi, le loro voci, la musica, l?anima e le risate amare, tingono l?anima. Questo dramedy non vede l?ora di abbracciare e stringere il pubblico che guarderà dalla platea e per gli attori dal palco la gente rappresenterà la speranza, la vita pura, il loro mare fuori!», scrive il regista del musical, lo stesso Siani.
Il 20 e 21 aprile 2024 il Roma City Musical tornerà in scena al TEA questa volta con Saranno Famosi ? Fame il Musical; tra gli interpreti ci saranno Lorenza Mario, Garrison Rochelle e Stefano Bontempi. Oltre a proporre la famosissima canzone Fame, vincitrice di un Academy Award, lo show sarà impreziosito da brani inediti, orchestrazioni moderne e nuove coreografie in collaborazione con un team di straordinari talenti della tv e del teatro musicale italiano. Tra le serie tv più famose e indimenticabili, ma anche un film e un musical di successo internazionale, la trama racconta la vita degli allievi e degli insegnanti della rinomata ed esclusiva scuola di Performing Arts di New York. Un gruppo di ragazzi, la loro passione e la loro dedizione per il mondo dello spettacolo, una storia che continua a conquistare ed emozionare nuove generazioni di pubblico e a ispirare una miriade di giovani talenti. La Compagnia porta sul palco un musical pieno di energia, intenso e coinvolgente che, oltre a proporre la famosissima canzone Fame vincitrice di un Academy Award, ha una colonna sonora con nuovi brani, orchestrazioni moderne, nuove coreografie in collaborazione con un team di straordinari talenti della tv e del teatro musicale italiano. Questa nuova versione firmata da Luciano Cannito, unendo l'esperienza di regista a quella di coreografo internazionale, sarà un trionfo di canto, danza, musica e recitazione in una narrazione dinamica e travolgente. La scelta registica e l'adattamento di Cannito sposta l'azione dagli anni Ottanta ai nostri giorni per rendere lo spettacolo più vicino al pubblico di oggi.

Danza internazionale ? Il primo appuntamento coreutico è quello fissato dal 2 al 5 novembre 2023 con la Compagnia statunitense Momix che con Back to Momix ripercorrerà la sua incredibile carriera riportando alle luci della ribalta gli storici lavori ideati da Moses Pendleton, come Momix Classics, Passion, Opus Cactus, Bothanica e Alchemy. Lo spettacolo, nato dal desiderio della Compagnia di tornare a calcare le scene dopo gli anni pandemici che l?hanno allontanata dal suo pubblico, riporta al centro dell?attenzione il desiderio di leggerezza e spensieratezza, tipico loro, con uno sguardo sempre teso al futuro. Back to Momix è una festa fra i Momix e il suo pubblico: un binomio perfetto che da sempre genera divertimento, emozione e incanto da ormai due generazioni. La Compagnia che di anni ne ha ormai 43, continua ad affrontare le sfide della gravità con le acrobazie dei suoi incredibili ballerini e con il trasformismo dei suoi personaggi che evocano sensazioni e colori sempre nuovi attraverso gli occhi di Pendleton, carismatico ideatore. I più significativi estratti dei grandi classici che hanno segnato la loro storia, verranno restituiti alle luci del palcoscenico con una nuova e viva intensità: dagli storici Momix Classics, Passion, Baseball, Opus Cactus, SunFlower Moon fino a Bothanica e Alchemy.
Rinnovando l'appuntamento con un pubblico oramai fidelizzato, il 13 e 14 aprile 2024 Roberto Bolle tornerà al Teatro EuropAuditorium per l?ottavo anno consecutivo con il suo Roberto Bolle and Friends. Ancora una volta sarà un?occasione imperdibile per ammirare sullo stesso palco il talento dell?Étoile dei due mondi, Bolle e quello delle star internazionali della danza e del Gala ove non è solo interprete ma anche Direttore artistico. Le sue performance sono diventate uno straordinario strumento di diffusione di questa splendida arte e delle sue eccellenze a un pubblico trasversale, composto da migliaia di appassionati. Forte della sua esperienza sui palcoscenici più importanti del mondo, riesce a rendere ognuno di questi spettacoli unico nel suo genere ricreando un'atmosfera magica che celebra la bellezza e l'eleganza del movimento. Accanto a lui, alcuni ballerini appartenenti alle più importanti Compagnie di danza internazionali per realizzare un programma sorprendente, in grado di affascinare un numero di spettatori sempre più vasto ed eterogeneo.
Dal 3 al 5 maggio 2024 arriverà, direttamente da Londra, Stomp con i suoi pirotecnici protagonisti che metteranno in scena il suono del nostro tempo trasformando, con strofinii, battiti e percussioni di ogni tipo, gli oggetti in scena in strumenti musicali. Il gruppo vanta oggi 30 anni di attività e successi nei più importanti festival e teatri del mondo. Nata nel 1991 a Brighton (UK) dalla creatività di Luke Cresswell e Steve McNicholas, l'irresistibile esperienza oggi vanta 30 anni di attività e successi nei più importanti festival e teatri del mondo, da Broadway a Parigi, da Los Angeles a Tokyo, in oltre 40 paesi e con 5 formazioni internazionali fisse. Tra i premi, ha vinto un Premio Laurence Olivier per la migliore coreografia ed è stato nominato per il Premio Laurence Olivier come miglior spettacolo. Senza trama, personaggi, né parole, mette in scena il suono del nostro tempo, traducendo in una sinfonia intensa e ritmica i rumori e le sonorità della civiltà urbana contemporanea. Con strofinii, battiti e percussioni di ogni tipo, i formidabili ballerini-percussionisti-attori-acrobati danno voce ai più banali e comuni oggetti della vita quotidiana; così delle scope si trasformano in strumenti, dei battiti di mani in una conversazione, dei bidoni della spazzatura in percussioni. Nello show il disordine della vita urbana diventa fonte di stupore e coinvolge il pubblico con un ritmo contagioso.

Family show - Il 23 dicembre 2023 Carolina sarà la protagonista di Un Natale favoloso? A teatro, uno show musicale che racconterà un'entusiasmante storia natalizia per grandi e piccini, racchiudendo i grandi successi di Carolina e dei suoi amici elfi. All?allarme di un S.O.S. per un piccolo imprevisto da codice rosso che metterà a rischio la consegna dei regali a tutti i bambini del mondo, i suoi compagni d?avventura si attiveranno per salvare il giorno più bello dell?anno. Insieme a lei, il buffo elfo Pymbor, il re delle marachelle Bèlmir e gli altri strampalati personaggi della storia danzeranno, canteranno e coinvolgeranno i piccoli spettatori in sala in una divertente caccia al tesoro in attesa dell'arrivo di Babbo Natale e della sua fedele renna dal naso rosso, Rudolph. Le scenografie, la fabbrica di giocattoli, i paesaggi innevati, le coinvolgenti coreografie e le canzoni che oltrepassano gli schermi e arrivano dal vivo in teatro assicureranno un?atmosfera da sogno che terrà incollati alla poltrona gli spettatori di tutte le età.

Il Gruppo Hera è il main sponsor della Stagione 2023|24 del Teatro EuropAuditorium. «Essere main sponsor della Stagione teatrale promossa dal Teatro EuropAuditorium ci dà il privilegio di supportarne il ricco cartellone e consolidare l?importanza che riserviamo alle proposte culturali che negli anni hanno saputo rafforzare il prestigio dei nostri territori a livello nazionale e internazionale ?dichiara Giuseppe Gagliano, Direttore Centrale Comunicazione e Relazioni Esterne del Gruppo Hera - La cultura è l'elemento identificativo della nostra città: sostenerla vuol dire comprenderne il valore e restituire qualcosa al territorio nel quale la nostra multiutility ha la sua sede centrale. Significa continuare a mettere al centro le persone e il loro benessere, generando valore condiviso nelle comunità servite».






< Torna indietro

Personaggi Approfondimenti Eventi Echi dal Territorio Pagina Aperta


Parliamone
Messa di Gloria di poca gloria
intervento di Simone Tomei FREE

20231222_Lu_00_MessaDiGloria-Puccini_repertorioLUCCA - Il 29 novembre 2023 è iniziato ufficialmente l’anno delle celebrazioni per i cento anni dalla morte di Giacomo Puccini. Le iniziative prodromiche hanno trovato in questa data ufficiale il loro senso di attesa più profondo e da oggi al 2024 avremo modo di veder ricordato il nome del compositore in svariate iniziative del Comitato promotore delle Celebrazioni pucciniane.
Al Teatro del Giglio di Lucca è andata in scena la Messa a quattro voci del doge lucchese, meglio conosciuta come Messa di Gloria. Si tratta di un’opera giovanile in quattro parti scritta per coro, tenore e baritono solisti e orchestra; viene presentata come saggio di diploma all’Istituto Musicale Pacini di Lucca ed eseguita il 12 agosto 1880.
Puccini, che non ha mai pubblicato la partitura, ha riutilizzato i temi dell’Agnus Dei e del Kyrie rispettivamente in Manon Lescaut e in Edgar.
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Opera dal Nord-Est
Arianna tra il buffo e il commovente
servizio di Rossana Poletti FREE

20240218_Ts_00_AriannaANasso_SimoneSchneider_phFabioParenzanTRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”.  Ci è voluto Richard Strauss e la sua Arianna a Nasso per far comprendere quanto poco interessasse a certi ricchi la realizzazione di uno spettacolo, quanto poco comprendessero le dinamiche che stanno attorno e dentro la preparazione di un lavoro teatrale.
«Pago e voglio quello che
...prosegui la lettura

Personaggi
Incontro con Lorenzo Cutųli
servizio di Edoardo Farina FREE

20240215_Fe_00_LorenzoCutuliFERRARA - Il 100° anniversario dalla morte di Giacomo Puccini rappresenta un’occasione per commemorare e ripercorrere la vita e la carriera di uno dei più grandi musicisti italiani.  Le sue Opere, ancora oggi, continuano a essere rappresentate sui palcoscenici più prestigiosi del mondo, celebrando lo straordinario valore artistico delle composizioni
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Il Barbiere eccellente
servizio di Nicola Barsanti FREE

20240209_Ve_00_IlBarbiereDiSiviglia_BepiMorassiVENEZIA - Se pensiamo al fascino di un teatro risorto per più di una volta dalle proprie ceneri, e vi aggiungiamo la suggestione di esservi dentro nel vivo del carnevale della “Serenissima” non può venire in mente un gioiello della produzione rossiniana: Il barbiere di Siviglia. Ed è proprio a quest’opera che abbiamo assistito, la seconda in cartellone
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Manon Lescaut e il gesto della Lyniv
servizio di Nicola Barsanti FREE

20240202_Bo_00_ManonLescaut_OksanaLynivBOLOGNA - Il Teatro Comunale Nouveau inaugura la propria stagione operistica 2024 con il primo vero e proprio gioiello della produzione pucciniana: Manon Lescaut. Ottima scelta per onorare il centenario della morte del compositore lucchese, avvenuta il 29 novembre del 1924 a Bruxelles.  La Manon Lescaut rappresenta per la carriera
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Jazz e altro allo Spirito
redatto da Athos Tromboni FREE

20240129_Fe_00_IlGruppoDei10_TutteLeDirezioni_FrancoFasano.JPGFERRARA - Varato il calendario dei concerti "Tutte le Direzioni in Winter&Springtime 2024", organizzata da Il Gruppo dei 10 con qualche novità e collaborazione in più rispetto ai precedenti. La location è (quasi sempre) la stessa: il ristorante lo Spirito di Vigarano Mainarda (Ferrara), nell’intimo tepore delle sue suggestive sale, immerso nella
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
La bohčme visual della Muti
servizio di Athos Tromboni FREE

20240127_Fe_00_LaBoheme_ElisaVerzier_phFabrizioZaniFERRARA - Suggestivo l'allestimento di La bohème di Giacomo Puccini curato da Cristina Mazzavillani Muti per il Teatro Alighieri di Ravenna, approdato ieri sera al Comunale "Claudio Abbado" di Ferrara. Pubblico della grandi occasioni ("sold-out" si dice oggi, con un inglesismo ormai sostitutivo di "tutto esaurito" d'italiana fattura); pubblico
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Jazz Club Ferrara 45 concerti
redatto da Athos Tromboni FREE

20240124_Fe_00_JazzClub_GennaioMaggio2024FERRARA - Dal 26 gennaio 2024, prende il via al Torrione San Giovanni la seconda parte della 25.ma stagione di Ferrara in Jazz. Grandi nomi del jazz internazionale e largo spazio ai giovani, per complessivi 45 concerti accompagnati da eventi culturali collaterali, realizzati con il contributo del Ministero della Cultura, Regione Emilia-Romagna, Comune
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Bolena e Seymur destino congiunto
servizio di Rossana Poletti FREE

20240123_Ts_00_AnnaBolena_SalomeJicia_phFabioParenzanTRIESTE – Teatro Verdi. Nell’ Anna Bolena di Gaetano Donizetti, in scena al Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, primeggia la qualità del cast. Un gruppo di cantanti straordinari, che contribuiscono in modo determinante al buon esito della rappresentazione. Se si eccettua qualche piccola quasi impercettibile incertezza nel primo atto la prova
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Un Trovatore cosė cosė
servizio di Nicola Barsanti FREE

20240121_Li_00_IlTrovatore_MatteoDesole_phAugustoBizziLIVORNO - Torna a distanza di 50 anni di assenza al Teatro Goldoni e 27 anni dopo la sua ultima apparizione nella città di Livorno (ma fu al Teatro La Gran Guardia) Il trovatore, uno dei titoli più amati di Giuseppe Verdi. Un ritorno tanto atteso che non convince, pertanto inferiore alle aspettative. Gli anelli deboli di questa produzione riguardano
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Barbiere di Siviglia stratosferico
servizio di Nicola Barsanti FREE

20240120_Pr_00_IlBarbiereDiSiviglia_DiegoCeretta_RobertoRicciPARMA - Il Teatro Regio di Parma inaugura il cartellone d’opera del 2024 con il fiore all’occhiello di Gioacchino Rossini: Il Barbiere di Siviglia. Com’è noto ai più, nel 1782 Giovanni Paisiello scrisse un’opera dallo stesso titolo e con lo stesso soggetto, da qui la decisione del maestro di Pesaro di intitolare la sua nuova composizione (almeno in un primo
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Un Barbiere un po' cosė...
servizio di Simone Tomei FREE

20240113_Lu_00_IlBarbiereDiSiviglia_GurgenBaveyan_PhotoKiwiLUCCA - Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini si veste di attualità, attraverso una lettura piuttosto singolare, ma non del tutto dissonante dalle intenzioni musicali e librettistiche, nell’allestimento andato in scena al Teatro del Giglio di Lucca con la firma registica di Luigi De Angelis che ha curato anche scene e luci. In un condominio stile Le Courboisier
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
La Bohčme dei ponteggi
servizio di Athos Tromboni FREE

20240113_Ro_00_LaBoheme_FrancescoRosa_phValentinaZanagaROVIGO - Una Bohème senza lode e senza infamia. Così potrebbe definirsi l'allestimento dell'opera di Giacomo Puccini andata in scena al Teatro Sociale. Si tratta di una coproduzione del teatro di Rovigo con il Comune di Padova e il teatro "Mario Del Monaco" di Treviso. Una produzione tutta veneta, considerando la bacchetta affidata a Francesco Rosa
...prosegui la lettura

Eventi
Ecco la stagione 2024 del Filarmonico
redatto da Athos Tromboni FREE

20231230_Vr_00_Arena-Filarmonico_CeciliaGasdia_phEnneviFotoVERONA - Teatro Filarmonico: dal 21 gennaio al 31 dicembre 2024, sono in programma 5 opere e 10 concerti sinfonici, con grandi interpreti internazionali. Attesissimo il ritorno del balletto, in scena anche nella sera di San Silvestro. Sarà - inoltre - l’anno delle prime assolute e dei grandi omaggi: il 2024 porterà sul palcoscenico del Filarmonico
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Ovest
... e il Coro fa 90!
servizio di Simone Tomei FREE

20231223_Fi_00_PetiteMesseSolennelle_LorenzoFratini_phMicheleMonastaFIRENZE - Siamo a Passy e correva l’anno 1863: dopo aver finito di comporre il suo ultimo "péchés de veillesse" La Pétite Messe Solennelle, così il Gioachino Rossini infiorettava lo spartito musicale: «Bon Dieu - La voilà terminée cette pauvre petite Messe. Est-ce bien de la musique Sacrée que je viens de faire ou bien de la Sacrée Musique? J’etais né
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Ballo in maschera suggestivo
servizio di Simone Tomei FREE

20231218_Vr_00_UnBalloInMaschera_FrancescoIvanCiampaVERONA - Uno scorcio di stagione 2023 col botto quella del Teatro Filarmonico con la rappresentazione di Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi: la regista Marina Bianchi firma un allestimento classico del Teatro Regio di Parma con le ritrovate scene del 1913, dipinte da Carmignani. Fondali e principali di carta, dallo straordinario effetto tridimensionale,
...prosegui la lettura

Operetta and Musical
Bella la notte a Venezia
servizio di Athos Tromboni FREE

20231210_Ro_00_UnaNotteAVenezia_AlessandroBrachettiROVIGO - Venezia, nell'immaginario collettivo dell'Ottocento e del secolo scorso, ma anche nei tempi attuali, ha sempre condiviso la sua immagine reale con un'immagine oleografica: quella della città dell'eleganza, delle frivolezze che animano vicoli e calli, delle bellezze architettoniche e artistiche, della fiorente attività commerciale
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Il flauto magico secondo Stefanutti
servizio di Rossana Poletti FREE

20231209_Ts_00_IlflautoMagico_BeatriceVeneziTRIESTE - Teatro Verdi. Non ci soffermeremo qui sulla miracolosità del lavoro di Mozart, sulla sua rivoluzione che, senza essere tale, mise le premesse per un nuovo mondo musicale, di un compositore iniziatore di nuove concezioni. La rappresentazione del Die Zauberflöte di Wolfgang Amadeus Mozart, in scena al Teatro Lirico Giuseppe Verdi
...prosegui la lettura

Classica
Applausi calorosi per Lupo e Gatti
servizio di Nicola Barsanti FREE

20231208_Fi_00_ConcertoDanieleGattiBenedettoLupo_DanileGattiFIRENZE - Dopo il fortunato Ciclo Chajkovskij, il direttore musicale del Teatro del Maggio, Daniele Gatti, porta a termine un altro nuovo interessante progetto musicale: il Ciclo Beethoven-Honegger e l'Europa, costruito accostando le rare sinfonie del compositore franco-svizzero Arthur Honegger ai ben più celebri cinque concerti per pianoforte
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Pigmalione cattura l'attenzione
servizio di Athos Tromboni FREE

20231204_Ro_00_Pigmalione_BrunoTaddia_phValentinaZanagaROVIGO - Il 16 ottobre 1714 il poeta e librettista veneto Francesco Passarini (da non confondere con l'omonimo compositore bolognese vissuto nel secolo precedente) scrisse una dedica al Podestà di Rovigo: «... Eccellenza, è un debito indispensabile del mio reverendissimo ossequio il consacrare alla grandezza di Vostra Eccellenza questo mio
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Una bella Rondine a Pisa
servizio di Nicola Barsanti FREE

20231203_Pi_00_LaRondine_ValerioGalliPISA - Il Teatro Verdi accoglie il suo pubblico a luci fioche, lasciando già intravedere quello che è l’impianto scenico ideato dal regista francese Paul-Émile Fourny per la seconda opera prevista in cartellone della stagione lirica 2023-2024: La Rondine di Giacomo Puccini. Scelta di grande efficacia teatrale che diffonde fra platea e palchetti aspettativa
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Le guerre di Ulisse raccontano
servizio di Athos Tromboni FREE

20231203_Fe_00_LeGuerreDiUlisse_MarcoSomadossiFERRARA - Il Teatro Comunale "Claudio Abbado" era gremito sabato 2 dicembre 2023, per l'opera contemporanea Le guerre di Ulisse, musica di Marco Somadossi, libretto di Patrizio Bianchi, ex rettore dell'Università di Ferrara ed ex Ministro della Pubblica Istruzione, oggi professore emerito di Economia Applicata, presso il "suo" ateneo.      
...prosegui la lettura

Opera dall Estero
Roméo et Juliette da applausi
servizio di Ramón Jacques FREE

20231202_00_Bilbao_RomeoEtJuliette_LorenzoPasseriniBILBAO VIZCAYA (Spagna) - Palacio Euskalduna, 24 ottobre 2023.
Dalla sua creazione nel 1953, l'ABAO (Asociación Bilbaína de Amigos de la Ópera)), conosciuta anche come Ópera di Bilbao, si è affermata come una delle compagnie d'opera più importanti della Spagna, poiché nel corso della
...prosegui la lettura

Opera dall Estero
Jenufa in ambiente minimalista
servizio di Ramón Jacques FREE

20231201_00_Chicago_NinaStemme_phMichaelBrosilowCHICAGO Il, USA - Civic Opera House, 26 novembre 2023.
Jenůfa, opera in tre atti del compositore ceco Leoš Janáček (1854-1928) basata sull'opera Její pastorkyňa ("la sua figliastra") della scrittrice Gabriela Preissová (1862-1946), è entrata nel repertorio della Lyric Opera di Chicago
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Eccola di nuovo: La bohčme
servizio di Nicola Barsanti FREE

20231201_Fi_00_LaBoheme_GiacomoSagripantiFIRENZE - Al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino torna La bohème nella  classica e tradizionale regia firmata da Bruno Ravella (già vista e recensita nel 2017 che potete leggere qui), in quest’occasione ripresa da Stefania Grazioli con ottima cura, e  come allora si apprezzano le luci di D. M. Wood, qua riprese da Emanuele Agliati.
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
La Turandot viene dall'oriente
servizio di Athos Tromboni FREE

20231127_Fe_00_Turandot_MarcelloMottadelli_phMarcoCaselliNirmalFERRARA - La nuova Stagione d’Opera e Balletto del Teatro Comunale "Claudio Abbado" si è inaugurata con la messa in scena della Turandot di Giacomo Puccini, coproduzione tra la coreana Daegu Opera House e la Fondazione Teatro Comunale di Ferrara. Tutto esaurito, sia per la "prima" che nella replica della domenica
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Borras magnifico Werther
servizio di Simone Tomei FREE

20231126_Ge_00_Werther_JeanFrancoisBorrasGENOVA - Il secondo titolo della stagione 2023-2024 del Teatro Carlo Felice ci riporta al melodramma francese di fine ottocento con una sublime messinscena del Werther di Jules Massenet che trova ambientazione negli anni ’30 del novecento. La trasposizione temporale come più sotto ben esplicitata dal suo fautore, non fa venir meno le peculiarità
...prosegui la lettura

Opera dall Estero
Rodelinda dei tanti virtuosismi
servizio di Ramón Jacques FREE

20231125_00_LosAngeles_Rodelinda_HarryBicket_phTheEnglishConcertLOS ANGELES, CA USA - Dorothy Chandler Pavilion, 21 novembre 2023.
Dopo il successo delle rappresentazioni di Alcina e Solomon offerte consecutivamente nelle ultime due stagioni, l'Opera di Los Angeles continua la sua collaborazione con l'orchestra barocca inglese
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310